La verità, vi prego, su latte di soia: fa male o no?

Pro, contro, benefici e combo da evitare della bevanda più bevuta (e inflazionata) dai millennials.

image
Nathan Dumlao su Unsplash

Pregi e difetti, proprietà e caratteristiche, benefici e controindicazioni = il ritornello sul latte di soia che fa bene o male lo abbiamo sentito tutti. Almeno una volta negli ultimi anni, da quando i supermercati sono stati invasi dai prodotti soia-oriented e i profili vegani pascolano con piacere (di tutti) su Instagram. Senza dire, poi, che l'intolleranza al latte vaccino ha fatto in modo che negli ultimi anni siano in forte aumento le persone che ricorrono al latte di soia. O a quello di capra (superlativo!). Perché, però, non tutti riescono a bere il latte di soia? O meglio, perché non tutti avvertono quella sensazione di leggerezza allo stomaco che dovrebbe differenziarlo da un latte non vegetale? Voilà, il nostro ABC del latte di soia e le sue #10 caratteristiche tra benefici e controindicazioni.

Latte di soia benefici = le notizie belle per prima, graaazie!

#1 Il latte di soia non contiene assolutamente il colesterolo che, come sappiamo tutti, ormai, è un acerrimo nemico del nostro apparato vascolare, vene e arterie.

#2 Nonostante il latte di soia contenga poco calcio e nessuna vitamina D, la presenza dei fitoestrogeni ha un effetto protettivo nei confronti dell’osteoporosi.

#3 Utile per chi soffre di gastrite e reflusso: intervenendo positivamente sull’equilibrio della flora intestinale l’assunzione di latte di soia può essere positiva nel trattamento di gastrite e reflusso gastrico.

#4 Il latte di soia rispetto a quello di mucca, contiene meno grassi e calorie. Inoltre presenta anche le fibre, sostanze che non si trovano nel latte tradizionale.

#5 L’assenza di glutine lo rende una bevanda ideale per i celiaci. Ma anche nelle diete vegane.

Latte di soia controindicazioni = sì, che ce le ha.

#1 Il latte di soia è da evitare in caso si soffra di calcoli renali vista la presenza di ossalati che ne favoriscono la comparsa.

#2 Il latte di soia danneggia i globuli rossi perché contiene la glicoproteina emoagglutinina che coagula il sangue rendendolo inefficiente provocando quindi nel tempo effetti gravi.

#3 L’uso eccessivo di latte di soia è sconsigliabile per chi ha disfunzioni della tiroide mentre deve assolutamente evitarne il consumo chi assume farmaci per la tiroide in quanto, alcune proteine, potrebbero interferire con l'assorbimento delle medicine.

#4 Attenzione al latte di soia in commercio perché può presentarsi in forma dolcificata o arricchita di sodio, in quel caso è controindicato rispettivamente per chi soffre di diabete o ipertensione, malattie cardiovascolari.

#5 Chiudiamo con un consiglio più che una controindicazione: alcuni zuccheri (galattosidi) contenuti nella soia, così come in molti legumi, posso essere la causa di flatulenza… usare con moderazione!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food