Il nuovo show di Gordon Ramsay offende il ricordo di Anthony Bourdain?

L'annuncio del nuovo programma tv dello chef di Hell's Kitchen UK ha scatenato le polemiche dei fan di Anthony Bourdain.

USA - Chef - Gordon Ramsay with Anthony Bourdain
Neville ElderGetty Images

Povero Gordon Ramsay oggi (no, non pensavamo di poterlo-doverlo mai dire, ma evidentemente questo non è un mondo di certezze). Il suo prossimo show televisivo è stato a malapena annunciato e già fioccano le polemiche. In the name of love e le news su Anthony Bourdain, lo chef amatissimo che ha lasciato questo mondo lo scorso giugno. Gordon Ramsay e Anthony Bourdain, due volti dello stesso mondo, due persone che più diverse non si potrebbe. E la critica (pregiudizio) che muovono i fan dell’autore di Kitchen Confidential al cuoco inglese di Hell’s Kitchen (et alter) è un arroccamento a difesa ad memoriam. Nonostante la svolta vegana (temporanea), chef Gordon Ramsay non è all’altezza di un programma sul cibo a sfondo antropologico, dicono i difensori del ricordo di Anthony Bourdain. Che scriveva, viveva e lavorava su programmi come Parts Unknown alla scoperta dell’universo gastronomico mondiale, presentati con garbo e curiosità.

Anthony Bourdain in "Parts Unknown: Last Bite"
Isaac BrekkenGetty Images

Rewind. “Gordon Ramsay: Uncharted” andrà in onda nel 2019 sul National Geographic. Lo chef inglese più famoso non solo per le stelle Michelin (Gordon Ramsay ristoranti premiati, tanti tantissimi) ma soprattutto per la frequenza celestiale dei suoi f*ck e delle sue sfuriate, sembra particolarmente contento di questa nuovo giro del mondo in 80 e più ricette (altrui). “La mia passione per l’avventura mi ha reso non solo uno chef migliore ma anche un apprendista di tutte le culture, senza paura” ha dichiarato lo chef nel comunicato ufficiale diffuso sui media internazionali. Gordon Ramsay Londra addio: lo chef si confronterà con il resto del mondo, per ora Cambogia e Malaysia gli unici paesi nominati. Esperienze estreme per esplorare la cucina delle singole culture con cui, di episodio in episodio, si scontrerà (non fatichiamo a crederlo). Al termine di ogni puntata, lo chef Gordon Ramsay si confronterà (?) con le cucine appena scoperte e le reinterpreterà a suo piacimento (prrrrego?!). Non che Gordon “f*ckin” Ramsay sia un novellino del genere: già nel 2010 era andato in onda “Gordon’s Great Escapes”, esplorazioni culinarie tra India e il Sudest asiatico.

Ma il (det)taglio di cultural appropriation (o peggio, di cultural insensitivity) ha imbestialito i fan di Anthony Bourdain oggi, che hanno immediatamente fatto muro (social) sul nuovo programma. Si è espresso contro persino qualche collega di Gordon Ramsay come il ristoratore Eddie Huang, che su Twitter ha espresso il proprio scetticismo sullo show. “L’ultima cosa di cui il mondo ha bisogno adesso è Gordon Ramsay che va in Paesi stranieri a mostrare ai locali che può cucinare i loro piatti meglio di loro”. Eccolo, il succo della polemica. E appresso al dissenso vip sono stati tanti altri a non prendere troppo bene l’idea del nuovo show dello chef inglese, specialmente dopo la scomparsa del pioniere elegante del genere.

This content is imported from Twitter. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

Ciò che viene contestato a Gordon è l’idea della competizione sottesa nello show di Ramsay, come se lo chef inglese dovesse sfidare il mondo in un impeto di neocolonialismo cultural-televisivo. Anthony Bourdain non faceva mai a gara con nessuno, metteva semplicemente le sue papille gustative a servizio dei nuovi sapori. Nel nuovo programma tv Gordon Ramsay ha scelto un taglio diverso, più congeniale al suo modo di essere e al suo personaggio (e dai che Gordon è buono, dai), ma rischia di partire già malissimo (o benissimo?) in termini di polemiche. Che magari faranno miracoli per gli ascolti. Da parte del National Geographic c'è stata una seconda precisazione (dell’ovvio) e una critica ai fan di Bourdain per la loro posizione decisamente prematura: “Ci dispiace che l’annuncio del nostro programma con Gordon Ramsay sia stato decontestualizzato” hanno scritto in un comunicato ufficiale, specificando che comunque la serie è ancora in fase di pre-produzione. Riusciranno (se vorranno) a modificare la struttura del programma? O meglio, riusciranno a piegare Gordon Ramsay ad un altro modo di esplorare il mondo?

WILLIAM WESTGetty Images
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food