#WineResort, tappa tra i vini veneti più esclusivi

Tour tra i vigneti e resort di lusso più belli del Veneto: dalla Valpolicella al Bardolino calici cinque stelle (deluxe).

image
Villa della Torre Allegrini / Flavio Pettene

Non ci sono dubbi: il turismo made in Italy negli ultimi anni ha visto affermarsi un trend deciso, quello dei Wine Resort. In passato, solo alcuni intenditori ed appassionati viaggiavano alla scoperta dell’enogastronomia locale, spinti dalla curiosità di conoscere territori e aziende d’eccellenza, oltre che dal desiderio di degustare. Oggi l’enoturismo è un segmento dinamico in forte ascesa, spinto dal desiderio di collezionare esperienze sensoriali. Grazie alla crescente attenzione dei media, sempre più persone si appassionano e ne parlano, tanto da renderlo un elemento pervasivo della vita sociale. Così vino e cibo sono diventati anche una moda che crea sempre più tendenza: pensiamo al fenomeno dei foodies e dei winelovers. L’enogastronomia per i Wine Resort è una risorsa privilegiata, che coinvolge e trasmette tutti i valori ricercati dal turista contemporaneo ricerca: qualità, autenticità, rispetto della cultura e delle sue tradizioni, sostenibilità, benessere psico-fisico ed esperienze top. Fatta questa doverosa premessa, partiamo (e alziamo i calici) con la nostra guida ai vini veneti migliori. Voilà!

Villa Cordevigo
Colin Dutton

Collocata nel cuore della Valpolicella Classica sorge Villa la Torre, una delle ville venete più belle d’Italia, un luogo dove tutto è concepito per essere vissuto e assaporato con calma nel cuore dei grandi vigneti, tra passato e futuro. La dimora è oggi proprietà di Allegrini, azienda agricola produttrice di vino tra le più famose in Italia e nel mondo, riferimento d’eccellenza dell’Amarone. È circondata, fino a costituire un unico paesaggio, dal vigneto denominato Palazzo della Torre da cui viene prodotto il vino omonimo, celebre in tutto il mondo per essere stato per ben cinque anni consecutivi nella classifica dei Top 100 di Wine Spectator. Il Wine Relais di Villa della Torre, centro dell’ospitalità Allegrini, è parte di un complesso monumentale dove si collocano in due nuclei distinti 10 luxury room dedicate ai vini eccellenti ed ai personaggi che hanno fatto grande la villa. Qui, immersi nella bellezza e nella suggestione del luogo, le deliziose esperienze enogastronomiche sono un must.

Villa Cordevigo
Courtesy Photo

Quando si parla di antichi vitigni autoctoni è d’obbligo visitare i domini Bertani, icona del vino italiano nel mondo che sorge nelle aree più vocate del Veronese. Due le cantine storiche, quella di Grezzana, attuale sede e cuore pulsante dell’azienda dove si svolgono le attività di vinificazione, imbottigliamento e di spedizione, e Tenuta Novare ad Arbizzano di Negrar, nel cuore della Valpolicella Classica, culla di grandi rossi come l’Amarone e il Valpolicella Classico Superiore.

Custodita nel cuore della natura veneta, incastonata come una gemma preziosa tra i giardini all’italiana, trova dimora Villa Cordevigo, nel cuore del Bardolino Classico. È Una magnifica villa padronale del Cinquecento trasformata in maison Relais & Châteaux con oasi di verde, una SPA, piscina ed il ristorante l’Oseleta, con tanto di stella Michelin, regno dello Chef Giuseppe D’Aquino che dirige, in modo sublime, quest’orchestra di diletto e godimento fatta di pietanze dell’antica tradizione miscelate con l’innovazione di una cucina d’autore. Il cibo è arte, desiderio, cultura, cura del proprio piacere.

Venissa Suite
Francesco Galifi

Ultima tappa (per adesso, almeno)? Venissa un piccolo hotel di charme di proprietà della famiglia Bisol, situato sull’isola di Mazzorbo, una tra le più vere e meno turistiche di Venezia, immerso nei suggestivi vigneti circondati da mura medievali. L’antica casa padronale è un bellissimo esempio di architettura veneziana che da un lato si affaccia sulla laguna e dall’altro sul giardino e sui vigneti. È un paradiso di gusto e storia racchiuso in un “clos” ai piedi dell’antica Chiesa di San Michele Arcangelo di cui oggi resta il suggestivo campanile trecentesco. Il Wine Resort comprende un’osteria contemporanea ed un Ristorante Venissa, stella Michelin, importante riferimento nel panorama culinario internazionale per l’alta cucina d’avanguardia, ospita solo sei camere, di cui due suite con vista sulle isole e sulla vigna murata, arredate con mobili d’epoca accostati a pezzi di design modernissimo. Il vigneto è una “chicca” che ridona vita all’uva Dorona di Venezia, l’uva d’oro dei dogi veneziani, vitigno quasi scomparso con cui oggi si produce un vino unico e ricercato dagli appassionati di tutto il mondo.

Villa Cordevigo
Colin Dutton
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food