#WineResort, tappa tra i vini marchigiani più esclusivi

Tour tra i vigneti e resort di lusso più belli delle Marche: da Jesi ai Colli Ascolani calici cinque stelle (deluxe).

image
Courtesy Maurizio Paradisi / Filodivino

L’Italia è unica nel mondo ad offrire terreno fertile per le strade del vino e dei sapori, regione per regione, alla riscoperta di perle nascoste al profumo di vino. Un aroma che crea tendenza e conquista sempre più appassionati che scelgono come mete del viaggio wine resort e aziende vinicole: si dorme con vista sui vigneti, si visitano le cantine, si degustano calici d’autore. Atmosfere calde ed accoglienti, splendidi panorami ed assaggi golosi. Ma quali sono gli indirizzi imperdibili per affrontare un tour-guida ai vini marchigiani migliori? Un posto magico, tra passato, presente e futuro si chiama oggi Filodivino, uno spettacolare wine resort che racchiude una cantina e un ristorante in una veranda spettacolare. Vigneti dappertutto e una strada sterrata lunga e scenografica che raggiunge il relais di charme con 8 stanze con vista sulla campagna e piscina a sfioro. Il progetto nasce vicino a Jesi, a pochi chilometri dagli autentici borghi di San Marcello e Morro d’Alba, e parte dalle vigne e dalla produzione di vino marchigiano, per declinarsi in un luogo di accoglienza, offrendo la sistemazione ideale per i viaggiatori che cercano raffinatezza e funzionalità, contatto con la natura, comfort e benessere. Massima espressione di una tradizione viva e concreta, la società agricola forestale è soprattutto produttrice di vini autoctoni, vinificati in biologico nella cantina privata: il Verdicchio dei Castelli di Jesi e la Lacrima di Morro D’Alba.

Courtesy Maurizio Paradisi / Filodivino

A poca distanza da qui sorge anche Tenuta San Marcello, agriturismo e cantina total green nata dalla sapiente ristrutturazione di un casale storico con materiali eco-compatibili, che dispone di una piscina sul tetto con vista panoramica sulla campagna marchigiana. La tenuta è una giovane realtà già molto apprezzata per la qualità dei vini che produce dai due vitigni più importanti delle Marche: Lacrima e Verdicchio. Nasce prima come wine resort e si dedica successivamente alla produzione dei vini marchigiani locali per garantire all’ospite un’esperienza a 360° e portare avanti un progetto di valorizzazione del territorio, i cui frutti sono già visibili nel bicchiere. Niente diserbanti e concimi chimici, avendo come obiettivo la biodinamica integrata. A volte la brezza marina si può sentire fino in vigna con la sua leggera salinità.

Courtesy Maurizio Paradisi / Filodivino

A pochi chilometri da qui avete il mare di Senigallia, la cittadina del centro Italia con il più alto numero di Stelle Michelin pro capite. Mauro Uliassi e Moreno Cedroni, due a testa, sono solo la punta dell’iceberg di un fermento enogastronomico senza precedenti. A Senigallia si trova anche una delle migliori enoteche specializzate in Italia sui vini naturali, quella di Guido Galli, dove tra grandi etichette da Borgogna, Mosella, Jura, e trovare grandi etichette marchigiane: da Corrado Dottori a Fattoria San Lorenzo, da La Marca di San Michele a Fattoria Coroncino. Entrare da Galli è come un pellegrinaggio, soprattutto quando di riesce ad accedere al caveau.

Incantevole casale in pietra tra le colline, a pochi passi dalle belle spiagge della Riviera del Conero, Pamperduto Country Resort è un’altra eccellente soluzione per trascorrere una vacanza unica in un resort delle Marche. Circondato da suggestivi borghi medievali, una terrazza naturale, romantiche camere e suite arredate con raffinatezza sotto i soffitti a trave, intorno un profumato giardino fiorito di rose e lavanda punteggiato da grandi ulivi. A completare questo quadro di armonia e suggestione, rilassatevi sorseggiando un calice di vino marchigiano vicino alla piscina panoramica a sfioro. Tutto è stato pensato per creare un’atmosfera unica ed accogliente.

Courtesy Maurizio Paradisi / Filodivino

Adagiate sulle dolci colline marchigiane, le migliori e più rappresentative cantine hanno realizzato il sogno di produrre vini che esprimono la stessa emozione che si prova immergendosi nelle Marche, così ricco di sapori e tradizioni. Il territorio è tradizionalmente noto per vini di fama internazionale: a farla da padrone è il Verdicchio, con netta prevalenza del Verdicchio di Jesi sul Verdicchio di Matelica. (Cantine Belisario, è il più grande produttore del Verdicchio di Matelica DOC). Rinomate DOC sono anche il Rosso Conero Riserva e il Rosso Piceno Superiore, la Lacrima di Morro d’Alba. Altri nomi storici di questa terra: il Falerio dei Colli Ascolani, il Bianchello del Metauro, e la famosissima Vernaccia di Serrapetrona. Tutti da scoprire!

Courtesy Maurizio Paradisi / Filodivino
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food