A Milano apre il primo ristorante di sushi in cui si paga con i followers. Prego?

Una provocazione o il futuro del food marketing. A Milano (una delle città che consuma più sushi in Italia) arriva una nuova economia culinaria. Funzionerà?

image
Photo by j on Unsplash

Non c'è da gridare allo scandalo, né da perder tempo su cosa sia giusto o meno. Indignarsi su qualcosa che ha impatto zero sulla nostra vita è qualcosa che ci riporta ai tempi delle mele. Se è vero che il trend marketing / comunicazione / pubblicità ha preso una certa direzione, che ci piaccia o no, dovremmo cercare di viverla in un modo più liberale. La news: a Milano apre il primo ristorante dove si paga con i followers. Prego? Dunque. Ricominciamo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Milano, 10 ottobre 2018. La notizia del giorno è che in pieno centro, a Milano, nella solare e residenziale zona Porta Romana, apre il primo ristorante di sushi in cui si paga con i follower. Questo vuol dire che ha aperto il posto ideale in cui possono mangiare non solo gli influencers più seguiti, ma anche quelli che hanno seguaci che non arrivano ai 5k, ops, ai cinque mila. Che cosa sta succedendo? Che a breve non avremo più bisogno di pubblicitari e di studi di mercato per poter lanciare delle adv che sensibilizzino gli utenti, di review culinarie scritte in punta di penna e forchetta? O forse saranno così isolati i casi in cui verranno interpellati i cari vecchi studi pubblicitari che le uniche pubblicità in full effect di raggiungimento obiettivi saranno proprio quelle curate da loro?

Forse sì, in un mare magnum di (spesso) improvvisate campagne pubblicitarie ora cambia il passo: e l'algoritmo economico cambia in "io ti faccio mangiare, tu mi fai pubblicità". Questo perché ciò che i due imprenditori-fondatori di questa avveniristica, diciamo così, via, avventura, in cambio di un pranzo, chiedono visibilità (pubblicità) al loro locale. Non fa una piega. Nessuna piega, no, ma forse una discreta fila davanti al ristorante. Si può valutare la qualità del cibo in base ai followers che abbiamo? Sono diverse le domande che hanno confuso il nostro cervello & papille gustative appena appresa la notizia. Ora vorremmo solo toglierci qualche dubbio e continuare a poter comprare almanacchi di adv graphic design, un giorno, chissà, torneranno utili?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food