Possiamo mangiare la parte buona del pane con la muffa (oppure no?)

Sarà capitato a tutti, almeno una volta, di avere un certo languore e SOLO quel pezzo di pane in casa con un po' di muffa da tagliare via: ma cosa succede al nostro corpo quando lo facciamo?

image
Rodolfo Marques su Unsplash

Diciamolo: probabilmente oggi, nei paesi industrializzati sono veramente poche, pochissime le persone che non possono comprare del pane fresco e si riducono a mangiare del pane con la muffa. È altrettanto probabile, invece, che anche la persona più benestante e con una gran voglia di uno spuntino notturno, si sia trovata almeno una volta nella vita ad affrontare la delusione del pane con la muffa. E ad avere in caso SOLO quel pane con la muffa. Per chi lo ha fatto: ricordiamo il momento in cui la soglia della nostra tolleranza si è abbassata drasticamente e abbiamo pensato che, tutto sommato, non era ridotto poi così male. Anzi, smussando un pezzo qua, uno là, sarebbe tornato come nuovo. Ma le cose non stanno così. Ecco a mangiare pane con muffa cosa succede.

Unsplash.com

La muffa è muffa. Si spande sulla superficie del cibo e nella prima fase non è visibile, tanto per cominciare. “Il pane è un alimento morbido”, spiega Marianne Gravely, specialista del Dipartimento di Agricultura degli Stati Uniti. “Nel cibo morbido è molto facile che la muffa possa infilare i suoi tentacoli, o le sue radici, con facilità e in profondità”, spiega a Mnn.com. Esistono molti tipi di muffa al mondo, e qualcuno potrebbe obiettare “Ok, la mangiamo in tanti casi, ad esempio con la penicillina. E poi, in fondo sono funghi, mangiare pane leggermente ammuffito che male potrà mai fare?”. Intanto, sappiamo bene che male può fare il fungo sbagliato. Poi, sul pane possono svilupparsi diversi tipi di muffe e non tutte innocue. Le elenca anche un articolo di Insider: c’è la muffa Cladosporium, che può dare problemi di allergia, ma in genere non fa nulla. Invece la Penicillium crustosum è un’allegra portatrice di micotossine che possono spedirci dritti dritti in ospedale. C’è poi la muffa Rhizopus stolonifer, quella con le macchine blu-verde o nere, molto diffusa sul pane, che può causare danni permanenti. Beh, questa può provocare un'infezione che causa la coagulazione del sangue fino a provocare la carenza di ossigeno nelle cellule. E se non viene curata in tempo può essere letale. Okay, è un peccato mortale buttare il pane. Ma siete sicuri che la nostra salute non valga molto di più?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food