Il vino puro sarà il nostro prossimo pensiero stupendo?

Avevamo già assaggiato il vino biologico e organico, ma negli Stati Uniti è nato un vino che di tutti i concetti di trasparenza è l'evoluzione.

image
Photo by Eugenia Maximova on Unsplash

Abbiamo coltivato da sempre il culto dell’acqua pura, nell’antichità per esigenza e sopravvivenza. Poi abbiamo cominciato a volere sempre più bene ai nostri corpi e a capire che tutto ciò con cui ci nutriamo può essere meravigliosamente pulito, quasi come se con la sua trasparenza potesse rendere trasparenti noi stessi. Per cui ci siamo accostati al biologico, al filtrato, a tutto ciò che trasmette più fiducia. Era prevedibile che anche il vino puro avrebbe finito per essere incluso in questa filosofia per qualcuno estremista, per altri quasi soprannaturale e fiabesca. Il risultato è che negli Stati Uniti è stato appena lanciato un vino dal nome inequivocabile, Clean Wine, che sembra quasi un filtro d’amore per intenditori e ti fa venire voglia di maneggiare le bottiglie solo con i guanti per non contaminarlo prima di sorseggiarlo.

Esattamente, cos’è il Clean Wine? Detto con molta semplicità, un vino purissimo, molto al di là del concetto di biologico e organico, ottenuto dopo una selezione durata sei mesi durante la quale gli esperti di Thrive Market, il prestigioso sito di e-commerce bio americano, hanno scelto un gruppo di produttori biologici e biodinamici con standard altissimi e “con la minima manipolazione possibile”, considerato che la legge un po’ nel mondo, dove più dove meno, consente l’aggiunta nei vini di additivi fino al preoccupante numero di 60. "Il progetto Clean Wine è nato dal perché si cercano sempre più cibi senza prodotti chimici, ma non mettiamo la stessa cura nel vino" ha dichiarato a FoodRepublic Nick Green, il co-fondatore di Thrive Market. Per mettere insieme la prima collezione di vini purissimi l’azienda ha ingaggiato il sommelier JC Nadel di New York, così anche il gusto è stato curato. Il Clean Wine viene venduto da pochi giorni in casse da 6 o 12 bottiglie (il prezzo si aggira fra gli 11 e i 17 euro a bottiglia, neanche troppo) e suscita l'ossessione di osservarlo continuamente controluce quando è ne bicchiere. Il mercato vinicolo intero è curioso di sapere come reagiranno i consumatori: dopo l'entusiasmo iniziale non si torna più indietro?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food