"Come fare merenda il pomeriggio" è la domanda vintage che ci meritiamo ancora

(Re)imparare a godersi lo snack pomeridiano è un'arte che merita la massima attenzione negli abbinamenti (e pure un po' di peccati di gola)

Dish, Food, Cuisine, Madeleine, Ingredient, Dessert, Pastisset, Baked goods, Deep frying, Financier,
Alexandre Godreau Unsplash

Cosa mangiare a merenda è un universo in espansione costante. Cambiano le mode alimentari, cambiano le diete (veg/keto/creative), ma lo spezzafame di metà pomeriggio non cambia mai. Come fare merenda il pomeriggio? Via libera alla creatività individuale. C’è chi ama prendersi una lunga pausa per raccogliere i pensieri e regalarsi un momento di relax, chi invece si concede un paio di minuti sbocconcellando nervosamente il suo peccato di gola del cuore. Merenda veloce? Merendine rinnovate, pane futuristico con creme spalmabili di lusso, cioccolato top di gamma, frutta e verdura tanto raccomandata dai nutrizionisti (mangiare sano a merenda è un imperativo per molti). Ma spesso c’è proprio bisogno di qualcosa di setosamente lussurioso per il palato, abbinamenti mangia&bevi che fanno navigare le papille in un oceano di goduria.

La merenda del pomeriggio per molti è sinonimo di tè, la pausa codificata dagli inglesi a fine Settecento e diventata popolare in tutto il mondo per l’immaginario di eleganza che si porta dietro. Il twist contemporaneo viene dal tè in cristalli aromatizzato a piacere da abbinare alle più che mai tradizionali alzatine con scones tiepidi, marmellate profumate, riccioli di burro morbido da spalmare e una chicca che potrebbe solleticare persino i gusti difficilissimi della Regina Elisabetta: cacao&menta. Un super classico da rileggere in forma di friabilissimi wafer alla menta e cioccolato.

amazon.it

Wafer Menta e Cioccolato Fondente di Prestat (30,22 euro su Amazon.it)

La merenda, però, può essere anche una semplicissima voglia di tornare indietro nel tempo. Quando ci si rifocillava di energie nelle case degli amichetti ma papà, mamme e nonni deliberati al babycontrol non avevano molto tempo (o inventiva) di arrangiare una cerimonia da tè o sfornare un ciambellone. Soluzione: tornare indietro nel tempo verso il primigenio simbolo di sfamata. Il pane. Fresco o congelato a seconda delle emergenze, integrale o con i semini più vari, da lucidare con un velo di ottimo miele. E per restare in tema di royals, che sia il miglior miele inglese direttamente dal Somerset.

Amazon.it

Miele crudo naturale di Somerset Honey
(23 euro su Amazon.it)

Ma ci sono anche quei giorni in cui il poco tempo incombe, la dieta procede spedita ma la voglia di merenda veloce crunchy è esagerata: è qui che il proprio yogurt preferito, rigorosamente bianco di latte vaccino intero o di derivazione vegetale (yogurt di soia, yogurt di cocco, yogurt di mandorla, ormai ce ne sono tantissimi e uno più buono dell’altro) può arricchirsi di una croccantissima variante che bypassa persino il gruè di cacao e addolcisce gli animi più irrequieti. Le chips di banane da tuffare nello yogurt e scucchiaiare con voluttà sono la soluzione che mette in pace la gola e tacita i sensi di colpa (forse).

Amazon.it

Chips di banane di Happy Belly (11,92 euro su Amazon.it)

Tarda merenda, piacere triplicato. Avviarsi all’orario dell’aperitivo = via libera al salato più libidinoso che mai. I dolci li ritroveremo dopo cena, forse. Ma c'è un monte ore in cui è il salato a dominare totalmente il panorama gastronomico della nostra fame. Ed è come sfogare di voluttà estrema quell’appetito coltivato con cura fino al momento in cui è ora di riempire bocca e pancia. È la scusa per tirare fuori i migliori formaggi dal frigorifero e accompagnarli non con del normalissimo pane, ci mancherebbe altro. Ci vogliono le patatine in busta più buone di tutte, la versione 4.0 arricchita di profumi di sottobosco. Le patatine al tartufo, una nuova svolta al concetto di peccato di gola assoluto. Con estrema felicità.

Amazon.it

Patatine con tartufo di TartufLanghe (7,90 euro su Amazon.it)

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito