Pink carpet a parte, cosa si mangia alla cena del Met Gala?

Cosa succede quando il tappeto più fotografato di New York viene ri-arrotolato? Cosa succede quando si spengono le luci della ribalta delle celeb di Hollywood e si accendono quelle degli appetiti più semplici EVER?

image
Getty Images

C’è il pink carpet con tutti i look Met Gala 2019 da analizzare, c’è la scalinata da percorrere con attenzione vista la complessità degli abiti, ci sono i close-up su make up e hairstyle che sono vere e proprie sculture beauty. E c’è il premio agognato: la cena del Met Gala 2019. Oh, anche le celebs dovranno pur mangiare vista la fatica di portare sulle spalle certe creazioni couture con tanto di performance artistica monopolizzatrice, la divina Lady Gaga. Ma cosa mangiano le star di Hollywood e dintorni in eventi del genere? Come si fa ad accontentare pressoché tutti e ad incastrare ai tradizionali tavoli rotondi una pletora di bocche più o meno affamate?

La risposta l’ha regalata al mondo Harling Ross di Man Repeller su Instagram, rivelando il menu del Met Gala 2019. Bando agli eccessi del tema, la cena è stata particolarmente semplice: 3 assaggi e entrée, un piatto principale, dessert al tavolo e biscottini a tema flamingo (icona del Met Gala di quest’anno), il tutto annaffiato da generose bottiglie di orgoglioso vino italiano in bilico tra Sicilia e Piemonte. Sì, Anna Wintour non sceglie l’importazione solo di vestiti, ma si rivolge decisamente al meglio che il made in Italy di ogni campo le possa offrire. Così nell'elenco dei piatti della cena Met Gala 2019 organizzato dallo chef Olivier Cheng col suo catering famosissimo su Instagram ci sono stati appetizers come mini sandwich di pane tostato con gamberi, germogli di crescione e anguria, pomodorini ripieni di green goddess (una salsa verde tipicamente inglese a base di maionese, panna acida, erbe aromatiche varie) e un tortino di asparagi con pesto di prezzemolo. Niente di particolarmente complicato, finger food facile da mangiare in una situazione particolarmente complessa.

I vip ospiti del Met Gala 2019 hanno poi proseguito con un solo main course: un semplicissimo filetto con crema di barbabietola e crescione, tartelletta di segale al pomodoro, fagiolini con citronnette (o all’agro, per farla semplice) con fiori d’arancio, carote arcobaleno al timo e un puré di patate e mascarpone (versione irrobustita di quello indimenticabile di Joel Robuchon). Nei calici la scelta si divideva tra l’Etna Bianco Terre Nere “Le Vigne Niche Calderara Sottana” del 2017, e un Barbera d’Alba Falletto di Bruno Giacosa del 2015: vini espressamente in grado di sostenere un pasto. Ma una cena non è una cena senza un adeguato dessert: torta di gianduja golosissima servita al tavolo. Il caffè e i biscottini fenicottero sono stati il saluto finale prima dei numerosi after party che hanno punteggiato la notte di New York. No alle lunghe portate, no a numerosi piatti, vietati gli eccessi in stile matrimonio: essenzialità, semplicità, possibilità di accontentare tutti. Molto Anna Wintour, a pensarci bene. Come avranno fatto le celebrità vegetariane o vegane alla cena del Met Gala 2019 non è stato rivelato, i menu a parte ci saranno stati ma non sono stati pubblicati. Non una cena molto a tema camp, a dirla tutta, ma è anche vero che dopo tutti i deliziosi eccessi sul pink carpet forse la voglia di qualcosa di meno elaborato si faceva elementare...

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food