La dieta del Royal Baby è già polemica (ma va?)

Per preparare una pappa al figlio dei Duchi di Sussex ci vogliono 20 persone e una lunga lista di regole che (forse) si possono copiare...

The Duke & Duchess Of Sussex Pose With Their Newborn Son
Dominic LipinskiGetty Images

Ora che il nuovo royal baby, il figlio di Meghan Markle e Harry è nato, ora che è stato dato l’annuncio del nome e che le sue foto di bimbo paffuto e tranquillo fanno esclamare “Awwwww!” a chiunque le veda, è inevitabile che il piccolino rubi la scena al cugino George, almeno fino a quando saranno grandi (e uno diventerà re...). Per cui, ogni futura mamma cerca di informarsi su come verrà cresciuto, coccolato, vestito, nutrito il Royal Baby Archie o Baby Sussex, come è stato soprannominato, per fare esattamente lo stesso. Perché ogni bambino che nasce, ovunque nel mondo, è un piccolo principe e merita il meglio (e sarà bello quando questo si realizzerà davvero). Dando per scontato che mamma Meghan Markle la salutista avvolgerà il suo bebè rigorosamente in abitini di cotone organico non trattato e altri filati extra puri, la curiosità di conoscere la dieta del Royal Baby Archie dopo l’allattamento, e cosa non gli sarà mai consentito di mangiare in virtù della sua appartenenza alla famiglia reale, è curiosità da non sottovalutare. Ci sono vari step da esaminare riguardo al baby food reale, e Delish li ha ricostruiti attraverso le rivelazioni nel tempo dei vari cuochi di Buckingham Palace.

La prima cosa da dire è che, fino al ventesimo secolo, le donne della royal family trovavano sconveniente allattare, per cui venivano delegate delle balie. La prima ad allattare è stata praticamente l’attuale regina Elisabetta II, anche per la necessità di rinnovare l’immagine della Corona e avvicinarsi al popolo. Come molti sanno, i reali non mangiano l’aglio. Non è una scelta molto sana, ma una regina che riceve ospiti, non può avere l’alito pesante. L’aglio non era permesso nemmeno alle balie, per non dare cattivo odore al latte. Pare che anche mamma Meghan Markle si adatterà a questa regola su esplicita richiesta della sovrana. Allo stesso modo, la Duchessa di Sussex non potrà mangiare spezie o bere alcolici per mantenere il latte "pulito". Quando il bebè comincerà lo svezzamento, non seguirà una dieta vegana come è stato insinuato in varie occasione, né sentirà mai l'odore di omogeneizzati industriali. L’ex chef reale Darren McGrady racconta di aver preparato volta per volta per i newborn una purea finemente schiacciata a mano, non col frullatore, di pere e mele cotte al vapore che vengono dalla tenuta di Sandringham. Questo è per tradizione il primo dessert dei piccoli di sangue blu.

Considerata la quantità di pasti che consuma il bambino molto piccolo, ci sono sempre almeno 20 persone a disposizione per tutto il periodo, in modo da poter preparare a turno sempre cibo freschissimo, dalla frutta e verdura alle carni e pesce. Nessuna confezione di pappe pronte ha mai varcato la soglia di un palazzo reale inglese. Appena comincerà a masticare con i primi dentini, baby Archie mangerà solo cibo rigorosamente biologico, a cui provvederà il nonno Carlo, appassionato di coltivazioni alternative (deriso dal padre Filippo, che lo considera "una cosa da mammolette", ma pazienza...). Da quel momento, tutte le tate che verranno ingaggiate per il figlio di Meghan Markle e Harry verranno istruite con un corso specifico che spiegherà loro come gestire le normali richieste di cibo di un bambino (e anche i capricci) secondo le idee dei genitori. Tuttavia, in genere le persone che vengono assunte per questo ruolo sono praticamente delle nutrizioniste e va a finire che sono loro a dare consigli ai genitori (spuntandola). Ciò che più conta, alla fine di tutto, è che si farà anche attenzione ai gusti personali del bambino, anche se probabilmente non scoprirà l’esistenza delle patatine fritte per lungo tempo. E poi…

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food