Le tavolette di cioccolato con emoji saranno la fine della comunicazione (anche) a tavola?

Le chocolate bar di Hershey cambiano incisioni dopo 125 anni e danno spazio alle emoticon per comunicare che...

image
Merve Aydin su Unsplash

Un pezzo di cioccolato fondente al giorno non si nega nemmeno a chi è a dieta. Quel quadratino di cioccolata che è premio di consolazione, gioia sottile, conclusione definitiva della giornata pesante, snack senza colpe in una pausa meritatissima. Il viatico ufficiale per inghiottire le nostre emozioni più negative allarga il suo raggio d’azione alla comunicazione non verbale: semplicemente regalando un cubetto di fondente potremo far assaggiare cosa pensiamo senza nemmeno parlare. Le faccette più comuni che punteggiano le chat WhatsApp si incideranno sulla superficie del cioccolato e diventeranno strumento sottilissimo per tutto quel non detto che continueremo a non dire: le nuove tavolette di cioccolato Hershey’s Emoji Bar saranno disponibili a partire dall’estate in confezione singola e nel pack da 4 (in caso le conversazioni debbano essere allungate, si sa mai).

Le 25 emoticon hanno sostituito la scritta tradizionale nei quadratini di cioccolato per la prima volta nel 125 anni di storia di Hershey, segno che vivere il tempo presente è un bisogno che può anche essere divertente e creativo. Oltre che golosissimo. Le emoji sono state selezionate da un panel di genitori e figli che le usano quotidianamente, e poi verranno incise sulle tradizionali tavolette di cioccolato Hershey che rappresentano una vera e propria istituzione cioccolatiera per i choco-addicted. Prepariamoci ad una novità comunicativa interessante: le emoji che hanno sostituito lunghe digitazioni aggiungeranno una sfumatura deliziosa alle nostre conversazioni non scritte. E all'intera comunicazione non-verbale: quello che ti volevo dire lo racchiudo in un quadratino di cioccolato. E finalmente il compimento definitivo della possibilità di non usare le parole dal vivo: basterà allungare il pezzettino di cioccolato emoji con il sunto grafico di ciò che stiamo provando in quel momento. Liberandoci dolcemente dell’incapacità temporanea di esprimere un sentimento?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food