Abbiamo mai pensato a sostituire il burro con la crème fraîche? Dovremmo, dovremmo...

Prontuario pratico sul perché il condimento francese più chic (e più sottovalutato) sta diventando popolare anche da noi.

Voraciously sub food brand 06 2019
Stacy Zarin Goldberg for The Washington PostGetty Images

Okay, tutti conosciamo la panna da cucina che mettiamo nella pasta all’uovo, nei risotti. Tutti conosciamo la panna montata per guarnire dolci, gelati e fragole. Ma c’è la terza sorella che usano ancora in pochi, ma che sono in aumento. È la crème fraîche conosciuta in Italia come panna acida - gli inglesi e gli americani la chiamano sour cream - utilizzata molto nella cucina francese e di cui cercheremo di scoprire tutti i suoi segreti e i suoi utilizzi. Riassumendo in 10 curiosità tutto quello che ancora non sappiamo della crème fraîche.

#1 La crème fraîche che troviamo in commercio già pronta è una panna acida ottenuta con panna non pastorizzata a cui sono aggiunti i lactobacilli, batteri presenti anche nello yogurt, che la rendono acidula e compatta. È a questo punto che il composto ottenuto viene pastorizzato.

#2 La crème fraîche è utilizzata come accompagnamento per ricette salate e dolci, dai piatti di carne come il manzo, con le patate al cartoccio al filetto di salmone grigliato. È ideale come condimento per i pancakes salati oppure come base per le cheesecake, ma in Germania viene usata anche per la deliziosa insalata di patate con l’erba cipollina. La panna viene spesso utilizzata per insaporire le zuppe, ad esempio in Irlanda per la Seafood Chowder, poiché è meno grassa del burro.

#3 Per via della sua consistenza cremosa, la crème fraîche conferisce morbidezza ai dolci da cuocere in forno, ma è adatta anche con la frutta.

#4 La crème fraîche se prodotta con una consistenza più liquida, viene anche chiamata crème fleurette.

#5 Visto che è ancora difficile da trovare in commercio in Italia, negli scaffali dei supermercati, per preparare la crème fraîche in casa usiamo 150 ml di panna liquida e la mescoliamo con 150 grammi di yogurt. Aggiungere il succo di mezzo limone, due pizzichi di sale (oppure lo zucchero per ottenere una crema dolce) e mescolare per un po’. Quindi coprite la ciotola con un foglio di pellicola per alimenti e conservate il composto ottenuto in frigo.

#6 La crème fraîche è adatta all’alimentazione dei bambini, ed essendo priva di glutine, ideale per condire qualsiasi piatto dei celiachi.

#7 In Normandia a Isigny-sur-Mer si produce l'unica panna acida AOP, chiamata appunto la Crème Fraîche d'Isigny.

#8 Infine: la crème fraîche ha la metà delle calorie rispetto al burro e meno della metà rispetto all'olio extravergine. Ma, occhio, non per questo motivo se ne può mangiare come se non ci fosse un domani!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food