Parliamo delle proprietà dell'olio di semi di zucca, elisir (anche) per principi azzurri

C'è un mistero per cui l'olio con il maggior apporto di benefici in natura, soprattutto per la salute e la bellezza maschile, è poco conosciuto se non considerato cheap.

Young woman garnishing homemade chickpea and herb cake
Westend61Getty Images

Ha un colore verde scuro grazie al suo alto contenuto di clorofilla e chi lo usa non lo ha abbandonato mai. Eppure, l’olio di semi di zucca ha una sorta di reputazione da olio di serie B che non merita affatto, solo perché è poco conosciuto. Questo olio che si ottiene, come è chiaro, dai semi dell’ortaggio più popolare che mai ad Halloween, oltre ad essere utilizzato in cucina è invece molto apprezzato per i benefici alla nostra salute, di quella femminile ma in particolar modo di quella maschile, anche estetica. Proviamo quindi a conoscerlo meglio cominciando dalla domanda più semplice: come si fa l’olio di semi di zucca?

Olio di semi di zucca biologico spremitura a freddo
Idefarn amazon.it
15,00 €

Esattamente come abbiamo immaginato tutti: spremendo semi di zucca crudi. Il processo deve essere eseguito però a freddo, per conservarne tutte le proprietà. Negli oli raffinati, infatti, le sostanze nutritive e le proprietà benefiche vanno perse. Sull'etichetta dell’olio che stiamo comprando è comunque riportato se si tratta di un olio da estrazione a freddo o no, e questo è già qualcosa. Bere olio di semi di zucca tra le altre cose aiuta a proteggere la prostata dall’ipertrofia benigna. Aiuta infatti a inibire la formazione di cellule cancerose e riduce l'ingrossamento della ghiandola prostatica. Inoltre, mantiene il tratto urinario sano. A parte il piacevole colore verde scuro, questo olio ha anche un sapore molto piacevole. Possiamo quindi usarlo sia per condire le nostre insalate o altri piatti, alternandolo a quello extra vergine di oliva, per dare un sapore diverso.

Olio di semi di zucca in capsule - Spremitura a freddo
Ol'Vita amazon.it
12,51 €

Olio di semi di zucca, calorie. Si tratta di un olio, un grasso, per cui non bisogna aspettarsi che contenga meno calorie degli altri condimenti. Un cucchiaio di questo olio contiene circa 120 calorie. Ma i benefici che apporta compensano ampiamente. Olio di semi di zucca, benefici. Come abbiamo detto, l'olio di semi di zucca vanta molte proprietà e benefici sull’organismo. Questo olio contiene, tra gli altri nutrienti, acidi grassi benefici per la salute. Ad esempio, troviamo acido oleico, omega 9 e acido linoleico, che è omega 3. Contiene anche molte vitamine, in particolare del gruppo B. In particolare, contiene vitamina A, B1, B2, B3 e B6, vitamina E, vitamina K. L’olio di semi di zucca per il colesterolo risulta quindi un alimento assai indicato. Altri componenti sono i flavonoidi, i mitici antiossidanti che prevengono l'invecchiamento precoce delle cellule. Per questo motivo è molto importante che gli uomini lo consumino, poiché aiuta a prevenire il cancro alla prostata.

Olio di semi di zucca capsule
Arkopharma amazon.it
7,91 €


Questo olio contiene anche cucurbitacina e minerali come selenio, ferro, zinco, magnesio, potassio e rame. Inoltre, ha un alto contenuto di triptofano, un aminoacido essenziale di grande importanza. Grazie a tutti questi componenti, l'olio di semi di zucca viene utilizzato per i suoi agenti antinfiammatori, decongestionanti, espettoranti, diuretici, antitumorali, ipoglicemizzanti. Olio di semi di zucca e calvizie. Per il suo alto contributo di minerali, è spesso raccomandato a chi soffre di demineralizzazione o a chi ha problemi di caduta dei capelli e unghie fragili. Viene anche usato quando si manifestano perdite di calcio. Alimenti come mandorle o olio di semi di zucca sono utili per ripristinare i livelli di calcio e allontanare negli uomini lo spauracchio delle calvizie. Solo tre cucchiaini di questo olio al giorno sono sufficienti per aiutare a prevenire la carie, la perdita dei capelli e le unghie fragili.

Olio di semi di zucca, controindicazioni. Mentre i semi di zucca mangiati così come sono hanno un alto contenuto di fibre e possono risultare fastidiosi a chi soffre di colite, l’olio è invece consentito a chi soffre di questi problemi intestinali. Vere e proprie controindicazioni, questo olio non ne ha, tranne in fatto che è comunque una sostanza lipidica e comunque, se usato in eccesso, può far ingrassare. Inoltre, si sospetta che l’uso oltre il necessario possa rendere difficile l’assorbimento dei nutrienti nel transito intestinale. Ma nessuno di noi avrà mai intenzione di berne un bicchiere, no?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito