È meglio una pera o "una mela al giorno"?

Una contesa eterna fra due frutti si risolve mettendo sul bilancino le proprietà dell'una e dell'altra?

image
Getty Images

Nelle eterne contese binarie fra cani e gatti, mare o montagna, auto o moto, Beatles e Rolling Stones (e forse ora anche Sfera Ebbasta e Ghali) possiamo includere anche quella "pera o mela"? Due frutti buonissimi ma dai fan club diversi perché essi stessi sono molto diversi fra loro, con la prima che forse è un filo più popolare (ma di poco, quasi come Topolino lo è rispetto a Paperino) e la seconda, che ha però un qualcosa in più, quella dissociazione dal concetto "vitto da mensa triste menù fisso". Ma pur avendone mangiate quintali nella nostra vita, sappiamo davvero tutto sulle pere?

Getty Images

Tanto per cominciare, cosa sappiamo sulle calorie della pera? a cosa può servire per la nostra salute, mangiare le pere? Quali sono i suoi benefici, se ne ha? Idee vaghe e confuse che per lo più associamo alla stitichezza. Eppure c'è da scoprire molte più cose. Cominciamo dai valori nutrizionali. Ad esempio, ha più calorie la mela o la pera? Risposta: ne ha po’ di più la pera, ma comunque poche: le calorie di una pera matura sono 57 per ogni 100 grammi di alimento. La pera ha valori nutrizionali importanti. È un frutto povero di grassi e proteine, ma è una buona fonte di energia grazie ai suoi carboidrati (10,6%), principalmente in forma di fruttosio. La pera non è certo il frutto con più vitamine ma contiene comunque vitamina C, vitamina E, tracce di vitamina A e acido folico.

Benefici delle pere. Allora, a cosa fa bene mangiare le pere? Di virtù le pere ne hanno, anche se diverse da quelle dell'altra frutta. Intanto è diuretica, aiuta a dissolvere l'acido urico, depurativo, rimineralizzante, astringente e leggermente sedativa, ma soprattutto lassativa. Per tutti questi motivi, è consigliata a chi soffre di: reumatismi, artrite, stress, anemia, obesità e ipertensione. La pera è una fonte di energia veloce, per cui è preferibile magari, a un pezzo di cioccolato o a una caramella, quando c'è un calo di zuccheri. Le fibre che contiene rallentano infatti l'assorbimento del fruttosio, contenendo il picco glicemico. Quando è tenera e maturo è molto più facile e veloce da digerire, rispetto alla mela. Chi ha problemi digestivi può aumentare la sua digeribilità mangiandola cotta. Se non viene aggiunto zucchero, le calorie della pera cotta sono praticamente le stesse, a parte una lieve concentrazione per la perdita di liquido. Ovviamente, cuocendola perde parte del contenuto di vitamine termosensibili, ma non i minerali e i carboidrati.

Getty Images

Grazie al basso contenuto calorico e al potere diuretico, va bene durante le diete. Quello che si dice poco è che mangiare pere regolarmente fa bene alla pelle, e che la maggiore presenza di fibre e flavonoidi è nella buccia. Ovvio che un intestino ben spazzolato dalla fibra, che nella pera sono i granellini che sentiamo sulla lingua quando la mangiamo, si traduce in una pelle più sana. Inoltre, la pera contiene un po' di flavonoidi, quindi è un buon antiossidante. E poi, è un frutto carino da vedere. Se è presente in tutte le nature morte, ci sarà un perché.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food