Quanti modi ci sono per cucinare gli spinaci a cui non avevamo pensato?

ABC come vivere un ritorno di fiamma con l'ortaggio pieno di forza (e ferro).

Full frame shot of leaf spinach
copyright rhinonealGetty Images

La nostra vita ha bisogno di molte più ricette di spinaci? Probabilmente sì. Premessa importante: quando si cerca la formula magica per non ingrassare senza mettersi a dieta, l’unica speranza è inevitabilmente riposta nelle verdure. Bella scoperta, diremo. In realtà inserendo molta verdura anche elaborata, nel nostro solito pasto si ottiene il doppio obiettivo di mangiare meno, perché saziano molto, e di ridurre l’assorbimento delle calorie inutili grazie alle fibre di cui sono ricche. Anche nei grandi pranzi e cene per le occasioni speciali, dal Natale a una festa di compleanno, inserire delle verdure cotte fra gli ingredienti dei piatti che serviremo aiuta a non far diventare un momento conviviali. Persino una pizza con sopra le verdure grigliate può essere d’aiuto a contenere i “danni”.



Nonostante la cucina italiana e mondiale abbiano dimostrato da tempo che le verdure possono essere terribilmente gustose, addirittura che molti piatti a base di carne siano gustosi anche e soprattutto per i condimenti vegetali che vengono aggiunti (pensate al ketchup sull’hamburger: è pomodoro con aceto!). Ci sono tanti modi buoni e non convenzionali per preparare gli spinaci. La biologa nutrizionista Chiara Usai ce ne suggerisce alcuni che prepara anche lei in casa: “Gli spinaci crudi li aggiungo nell’impasto delle polpette, con macinato di carne bianca, parmigiano e uova. Oppure, sempre crudi e tagliati finissimi, li mescolo con uova e parmigiano per delle frittelline”. Ma non è finita qui. “Un anno, per le feste, ricordo di aver fatto dei cestini di parmigiano grattugiato e li ho riempiti di spinaci e ricotta. Infine, consiglio di provare a fare gli gnocchi con gli spinaci ma fatti così: ricotta, farina integrale, spinaci al vapore sminuzzatissimi. Sono davvero buoni”.

Brett StevensGetty Images

Si pensa che le ricette basic con questo ortaggio siano semplici ma non è sempre così. Ad esempio, come cucinare gli spinaci in padella sembra una cosa da niente, invece ci sono regole da rispettare severamente. Quando sono freschi bisogna lavarli, lavarli, lavarli scrupolosamente perché sono pieni di terra. Bisogna ricordare sempre che per gli spinaci non vale la regola di bollirli prima di buttarli in padella: ci vanno quasi crudi, dopo averli messi in casseruola con appena un dito d’acqua sul fondo, lasciati giusto il tempo di far consumare l’acqua per poi scolarli e metterli in padella con olio e uno spicchio d’aglio. Per la stessa ricetta può sorgere la domanda come cucinare gli spinaci surgelati. Secondo il consiglio dei produttori di surgelati, niente va scongelato prima di cuocerlo. Per cui si possono seguire due scuole di pensiero: metterli direttamente in padella a cubetti a fuoco basso, lasciare che si scottino con il ghiaccio sciolto, oppure lasciarli scongelare a temperatura ambiente, scottarli e passarli in padella con olio e aglio. Poi c’è il classico per convincere i bambini: gli spinaci al burro. Stesso discorso per la pulizia scrupolosa di quelli freschi, e poi cottura con il solito goccino d’acqua, ma in questo caso i cubetti di quelli surgelati vanno invece immersi in acqua e, appena pronti, scolati bene. Vanno poi messi in padella col burro nella quantità desiderata, ripassati un po’ prima che arrivino a friggere, e un attimo prima di spegnere il fuoco, si aggiunge il parmigiano grattugiato, mescolando bene. Un altro buon contorno con spinaci si ottiene con lo stesso procedimento, ma mescolando dei piccoli dadini di mozzarella a fine cottura, da far filare bene. Ovviamente, per questa variante si può decidere se usare il burro, o l’olio, o nessuno dei due.

Andando più sul libidinoso (eh sì) chi può vantarsi di aver provato la pasta con spinaci e ricotta? La pasta top del top è quella integrale, meglio la ricotta vaccina perché quella di bufala o ovina possono avere un odore più forte (ma se piacciono, perché no?), parmigiano, un pizzico di noce moscata, aglio, olio, pepe nero e sale. Si cuociono delicatamente gli spinaci nell’olio e lo spicchio d’aglio, si toglie l’aglio e si mettono gli spinaci nel mixer per frullarli. Si unisce la ricotta schiacciata (300 gr vanno bene per 400 grammi di spinaci e per 3 porzioni di pasta) mescolando bene con un pizzico di sale, se serve, mentre la pasta è sul fuoco. Si regola la cremosità aggiungendo, se è troppo soda, un po’ di acqua di cottura della pasta. Si condisce la pasta, si aggiunge una spolverata di pepe, un po’ di parmigiano. E slurp.

Westend61Getty Images
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food