Come cucinare i ceci, arte da trattoria, evoluzione principesca

Non solo zuppe e pasta: ricette inedite del legume più gustoso che ancora non abbiamo mai provato (ma lo faremo).

I legumi sono l’alimento del futuro, tutti i nutrizionisti e l’Organizzazione Mondiale della Sanità lo confermano, e fra questi sono compresi i favolosi ceci. I ceci sono altamente nutrienti, ricchi di proteine e anche terribilmente buoni, c’è poco da aggiungere. Aumentare il consumo dei legumi è una buona idea per il pianeta e per la salute, perché non hanno colesterolo e pochissime controindicazioni, solo chi ha gravi problemi all’intestino può incontrare difficoltà nel digerirli. Un problema che spesso di risolve, comunque, facendone un passato. Ma per portare più spesso sulla tavola i ceci bisogna sperimentare anche qualche ricetta, escogitare nuovi sistemi per cucinare i ceci come contorno, divertirsi a provare a cucinare i ceci con le verdure con gusto.

Getty Images

Un’arte che può diventare molto divertente. I ceci in scatola si trovano comodamente al supermercato, cotti già pronti per diventare ingredienti di piatti elaborati o semplici. I valori nutrizionali – e il sapore – sono gli stessi di quelli che prepariamo noi a casa. Ma non a tutti piace comprare cibi precotti, per cui la prima cosa da imparare, in questi casi, è come ammorbidire i ceci in cottura, quelli secchi che si comprano dall’ortolano. Sempre secchi, perché freschi, appena colti, non sono commestibili.

Si devono lavare bene con acqua fredda, eliminando quelli che galleggiano, e ovviamente quelli dall’aspetto che non ci convince. Quelli selezionati vanno messi in ammollo in acqua tiepida leggermente salata, una parte di ceci, due di acqua. Qualcuno aggiunge un pizzico di bicarbonato, diciamo una punta di cucchiaino per ogni chilo di ceci pesati secchi. Purtroppo, il bicarbonato deteriora la vitamina B, per cui non bisogna mai esagerare, e se comunque non lo usiamo, il risultato non cambia molto. Si lasciano la notte, e la mattina dopo sono pronti per essere cotti. Si scolano bene e si butta l’acqua dell’ammollo. Si cuociono preferibilmente in pentola di coccio, in acqua già calda, circa 3 litri per ogni 500 gr, mai fredda, e bisogna ricordare di salarli solo alla fine, senza girarli mai, per più di un’ora. Meglio una e mezza. Ora sono pronti per le nostre ricette.

“Una buona ricetta sana è il farrotto con zucca e ceci”, suggerisce la biologa nutrizionista Chiara Usai. “Si prepara il farro con la zucca esattamente con la stessa ricetta del risotto di zucca, volendo con più zucca di quanta se ne usa di solito, per farla più cremosa. Poi prendo altra zucca e la salto in padella a cubetti con il rosmarino e i ceci, per rendere entrambi croccanti e ci guarnisco il farro con zucca”. Un'altra buonissima idea: come cucinare i ceci in insalata. Non ci viene in mente spesso, i ceci vengono associati molto, mentalmente, alla zuppa o alla pasta.

Getty Images

Invece questa ricetta, che risponde anche alla domanda "come cucinare i ceci in estate", ci farà ricredere. Occorrono: una lattina di ceci cotti (o l’equivalente preparato in casa come spiegato sopra), 1 avocado, 1/2 limone fresco, 1/4 tazza di cipolla rossa affettata, 2 tazze di pomodori a fette, 2 tazze di cetriolo a dadini, 1/2 tazza di prezzemolo fresco, peperone verde tagliato a dadini da 3/4 di tazza. Si taglia a cubetti piccoli l’avocado e si irrora col succo di limone dentro l’insalatiera, mescolando gentilmente. Si aggiungono tutti gli altri ingredienti e si condisce con olio extravergine di oliva, aceto rosso, sale, mezzo cucchiaino di cumino e pepe se piace. Stupenda e nutriente.

Parlando di zuppe, in molti vogliono sperimentare già dalla prima volta come cucinare i ceci alla pugliese. Non è difficilissimo, ecco la ricetta per 3 etti e mezzo di pasta corta. Occorre 300 grammi di ceci e una pentola di coccio bella capiente (il coccio è sempre la scelta migliore) dove si mette acqua, cipolla affettata e sedano e carote a dadini, alloro, pomodorini e peperoncino, sale. E poi i ceci, che devono cuocere bene, anche qualche ora, finché non sono morbidi. Se si vuole più cremosa, una volta cotti si possono mettere da parte un po’ di ceci da frullare e aggiungere in un secondo momento. Si cuoce la pasta a parte e si aggiunge ai ceci quando è ancora molto al dente, così si può accendere ancora un ultimo mezzo minuto il fuoco sotto ai ceci con la pasta dentro. Un vera delizia universalmente riconosciuta. Altri suggerimenti lampo: pasta e ceci tradizionale, poi messa al forno 15-20 minuti con scamorza, pepe, chiodi di garofano, un po' di pecorino sardo a scaglie. In forno per 15/20 minuti. Roba da svenimento. Poi: ceci cotti in teglia con i carciofi, una spolverata di pangrattato integrale e parmigiano e gratinati in forno. Definitiva.

Getty Images
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food