Marco Failla, lo chef che trasforma le torte in opere d'arte

Palermitano, pasticcere per caso e designer per passione, è diventato uno cuoco ricercato per la creazione di dolci creativi che sembrano quadri.

sicilian dream torta di marco failla
Courtesy photo

Pasticciere, alchimista, designer e quasi medico. Con un amore per i dolci sin da bambino quando in cucina si divertiva a fare le torte con le nonne.
Marco Failla, 34 anni,
palermitano, designer, racconta della sua «cake anatomy», alludendo ai suoi studi e alla complessità delle sue creazioni.

Marco Failla, 34 anni, chef palermitano e (quasi) medico.
ALEX CINISI

Come ha iniziato?
Per caso e da autodidatta. Sin dai primi anni dell’università adoravo la chimica e creavo essenze con estratti di vaniglia, fiori di zagara, bergamotto, acqua di rosa. Insomma, con elementi siciliani. La prima l’ho chiamata n°9 perché 9 è il simbolo della complessità.

Pasticcini realizzati con estratti e fiori.
Courtesy photo

E con le fragranze, poi?
Ho rivisitato le vecchie ricette delle nonne e le ho modificate con le mie essenze: come la torta di mele senza mele.

Le tavolette di cioccolato di Modica, disegnate e colorate.
Courtesy photo

L’occhio vuole la sua parte?
Prima di realizzarle le mie torte le disegno, così come le tavolette di cioccolato di Modica che trasformo in maioliche, incastonando scorze di agrumi e poi colorandole.

Gli ingredienti per realizzare tavolette di cioccolato creative.
Courtesy photo

La sua prossima creazione?
L’ultima è Miss Sicily Cake, per Dolce & Gabbana, con agrumi, pepe nero e pistacchi. Ora mi aspetta l’esame di cardiologia, ma chi vuole le mie torte può andare su marcofailla.com

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food