"Come far durare le fragole in frigo" è uno dei quesiti veniali-gourmand che non abbiamo ancora soddisfatto

Le compri, le porti a casa, e un attimo dopo sembrano la loro marmellata: perché le fragole sono così effimere e cosa fare per farle durare moooolto di più?

Una delle cose belle della stagione primavera/estate: la frutta. E una delle cose belle della frutta sono le fragole un frutto davvero prezioso, una delle poche cose buone che fanno anche bene. “Contengono molta vitamina C è hanno un basso indice glicemico, sono depurative e ricche di minerali”, conferma la biologa nutrizionista Veronica Corsetti. Ma dopo averle colte, le fragole in frigo durano veramente troppo poco. Come mai? “Perché hanno un’alta percentuale d’acqua”, spiega la nutrizionista. “Ma c’è il trucco per fare durare le fragole in frigo più a lungo: pochi sanno che vanno rimosse subito dal contenitore di plastica in cui le abbiamo comprate. Poi bisogna selezionarle e dividere quelle in buono stato da quelle ammaccate, e vanno separate, si devono tamponare delicatamente con la carta da cucina, perché sono l’acqua e l’umidità che le fanno ammuffire, e vanno messe in un contenitore che non sia di plastica, con la carta assorbente sul fondo, così non saranno più a contatto con l’umidità. Se c’è spazio in frigo sarebbe bene riporle distanziate, non a contatto fra loro su un contenitore largo. Importante: non bisogna quindi assolutamente lavarle mai prima di metterle in frigo, le fragole si lavano quando è il momento di consumarle”.

Ma quando sono davvero tante, e ci dispiacerebbe molto lasciare che si rovinino, come possiamo consumarle? “C’è un buon trucco che sfruttano in pochi: si frullano e si congelano, magari come cubetti. Oppure si possono cuocere con un po’ di gelatina alimentare e otteniamo una sorta di confettura fresca che possiamo conservare per qualche giorno in frigo, oppure le congeliamo e poi le usiamo per fare una sorta di gelato home made. Come si prepara il gelato di fragole fatto in casa? “Una volta congelate le fragole si conservano a lungo e possiamo ritirarle fuori all’occorrenza, ad esempio per aggiungerle a un frullato. Oppure, come accennato, per fare dei buoni gelati casalinghi dalla preparazione facilissima: si mettono nel frullatore fragole congelate, latte vegetale o yogurt, a piacimento un po’ di cacao o della granella di nocciola, si frulla tutto e si ottiene la stessa consistenza del gelato. Se piace più dolce, si aggiunge zucchero di canna integrale. Inoltre, le fragole si consumano anche salate: la colazione con la omelette salata, con le fragole saltate in padella con un goccio d’olio, è buonissima. Volendo si può anche aggiungere l’uovo e strapazzare tutto insieme”. Infine, la nutrizionista Corsetti si consiglia il risotto fragole e vongole: “si fa un trito di cipolla, una parte di fragole, il riso per la tostatura e le vongole. A fine cottura si aggiungono altre fragole a pezzi e si sfuma con vino bianco o spumante”.

This content is imported from {embed-name}. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food