Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

9 semplici modi per risparmiare acqua

Piccolo vademecum domestico per evitare di sprecare questo bene prezioso.

9 semplici modi per risparmiare acqua
Getty Images

Nel mondo c’è chi fa il bagno in acqua potabile ogni giorno e 923 milioni di persone che, secondo il Consiglio Mondiale dell’Acqua, non hanno accesso a fonti di acqua potabile sicura. L'Italia, per esempio, se da una parte l'acqua è, secondo il Food Sustainability Index-Fsi, il sesto paese al mondo per disponibilità di acqua, dall'altra ne consuma moltissima: 6.115 litri pro capite in media al giorno, superiore del 25% rispetto alla media europea e del 66% rispetto a quella mondiale. Chi la sfrutta di più? Secondo la Fondazione Barilla for Food & Nutrition sono soprattutto le produzioni agroalimentari.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Secondo uno studio condotto da In a Bottle a puntare il punta il dito contro gli sprechi di tutti i giorni è il 17%, mentre il 46% è allarmato per un prossimo esaurimento della risorsa. «Circa 1 italiano su 3 è spaventato per lo spreco nelle reti idriche, mentre 1 su 4 ha adottato comportamenti più corretti sia a livello individuale sia nell’educazione dei propri figli (21%) o nella sensibilizzazione degli altri (11%)».

Se il Consiglio Mondiale dell’Acqua chiede a tutti i governi di focalizzarsi sui problemi legati alle risorse idriche e di stanziare una parte cospicua della loro spesa per garantire a tutto il pianeta l’accesso a fonti di acqua sicura, ecco 9 cose che possiamo fare ogni giorno come singoli per migliorare la gestione dell’acqua e premunirci di fronte ai rischi idrici che il cambiamento climatico in corso può generare. E ricordiamoci: in media da un rubinetto aperto scorre 1 litro d'acqua ogni 6 secondi.

Getty Images
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Preferite la doccia. In media, riempire la vasca comporta un consumo d’acqua quattro volte superiore.

Installate rubinetti areati. Mescolare aria con l'acqua aumentandone il getto, dunque rendendolo più potente, ma diminuendo il consumo del 30%.

Chiudete il rubinetto. Ricordatevi di chiudere il rubinetto mentre vi spazzolate i denti, vi lavate i capelli, vi insaponate i piatti, e riapritelo solo in fase di risciacquo.

Usate e lavastoviglie solo a pieno carico. Se saranno vecchie, sostituitele con quelli di nuova generazione (A+), risparmierete sui consumi idrici futuri.

Riusate l'acqua pulita. Se avete lavato la frutta in una ciotola, usatela poi per innaffiare le piante. L'acqua di cottura, ricca di amido, è un ottimo sgrassante.

Getty Images

Tamponate le perdite. Goccia dopo goccia, in un anno una perdita d'acqua può arrivare a far sprecare centinaia di litri.

Scegliete lo scarico differenziato. In bagno per lo sciacquone scegliete il doppio pulsante così da potere scegliere la quantità d'acqua.

Lavate l’auto con secchio e spugna. Risparmierete molta acqua rispetto al getto della canna.

→ Raccogliete l’acqua piovana e quella dei climatizzatori. Sfruttatela per usi non potabili come lavare l’auto o innaffiare.

Getty Images
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Coolmix