«Mio figlio è un mostro» lo sfogo di una mamma diventa un post virale

Una madre australiana ammette la violenza innata del suo piccolo: madre snaturata o iper protettiva?

Hair, Lip, Finger, Smile, Mouth, Cheek, Tooth, Happy, Child, Facial expression,
Instagram

Constance Hall è una delle tante madri che posta una delle tante foto con il proprio figlio al collo. Fiera + felice = virale. Eppure non è tanto la foto in bianco e nero a completare l’equazione che conduce al virale perché la madre australiana commenta la foto con un lunghissimo post. Ben lontano dai lunghissimi post alla Victoria Beckham che difende lo status di baciare la propria figlia. Constance Hall - che è la stessa ad aver inventato il movimento del tatuaggio a coroncina in difesa delle donne - si sfoga e racconta di come suo figlio Rumi sia un violento per natura, la stessa natura che potremmo trovare in un piccolo Royal George cresciuto a pane e metodo Montessori. La violenza del bambino è tale che la madre lo apostrofa in maniera non proprio delicata: "mio figlio è un piccolo mostro". Questo la rende una pessima madre? Il post è diventato virale perché nella lunga descrizione circa gli istinti violenti del piccolo Constance Hall descrive come la sorella gemella del piccolo sia assolutamente “serafica”. O è diventato virale perché può muovere il dubbio sul pentirsi di essere diventata madre?

This content is imported from Instagram. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

Il comportamento così aggressivo del “piccolo mostro” è causato dall’ambiente di famiglia che può essere - ahinoi - borderline? «No, è naturale che la gente pensi che dipenda dall’ambiente in cui vive Rumi invece sono qui a dirvi che non è affatto questo: non saltate a facili conclusioni perché nella nostra casa regna di tutto, disordine, orari tardi, ma tutt’altro che violenza». La necessità di una madre di difendere il proprio figlio da cliché genitoriali è affaire che è più che virale: è necessario. Dalla scelta di Angelina Jolie di sostenere il gusto stilistico ed emotivo di Shiloh Pitt bimba che ama vestirsi con gli abiti dei fratelli, all'attitudine molto popolari di una certa Charlotte d’Inghilterra che alla corona preferisce il tosaerba. Ma certo è che una madre che inizia il post dando del mostro al proprio figlio e lo conclude con un cuore a difesa dello stesso difficilissimo figlio è una forma di difesa che solo una madre può avere. Snaturata a chi?

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Speciale Enfants