Esiste un museo dedicato alla fine delle storie d'amore (sì ci ritroviamo tutti)

Un commovente e nostalgico, spesso triste, omaggio a una delle più dolorose esperienze umane.

Esposizione di racconti e immagini di storie d'amore finite, il Museum of Broken Relationships, Museo dei Cuori Infranti, ha una sede a Zagabria e una a Los Angeles. È allo stesso tempo uno spazio fisico e virtuale, un commovente e nostalgico, spesso triste, omaggio a una delle più dolorose esperienze umane. Ogni oggetto racconta una storia intima, ma anonima, di una relazione finita, fallita. Si va dalle lettere ai vestiti per arrivare a oggetti un tempo condivisi come tostapane, fotocamere e telefoni.

Il museo, a differenza dei gruppi di auto-aiuto, offre la possibilità di superare una delusione d'amore attraverso la creatività così che, lasciando qui una parte del proprio cuore spezzato, si possa contribuire a rendere sempre più grande quest'opera d'arte universale. Una collezione di ricordi che è stata immortalata nel libro The Museum of Broken Relationships (Hachette Australia), ma che si può anche ammirare sul sito del museo e sulle sue pagine social.

La fine di una relazione non significa necessariamente la fine di qualcosa di bello. A volte ci si separa a causa di incomprensioni, tradimenti, oppressione o rabbia. È un tuffo nella psiche delle persone che si innamorano e si disinnamorano. C'è qualcosa di straziante nell'imbattersi nei ricordi di una vecchia relazione come un biglietto del cinema, di un concerto, una foto, dei libri, una camicia. Ritrovarli di nuovo, quando la storia è finita da tempo, può essere doloroso, molto doloroso.

Via marieclaire.co.za

in apertura foto di Meriç Dağlı on Unsplash

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Coolmix