La Collezione Maramotti si rifà il look: i 10 migliori anni della sua vita

Il progetto Rehang consiste nel riallestimento dell'esposizione permanente di Reggio Emilia e mette in scena opere realizzate ad hoc da artisti come Jules de Balincourt, Chantal Joffe e Alessandra Ariatti.

psychedelic-soldier-de-balincourt-maramotti
© Jules de Balincourt. Ph. Joseph Desler Costa

Per gli addetti ai lavori, per i collezionisti e, più in generale, per chi ama l'arte contemporanea è un vero evento. Di quelli da segnare in calendario con il circoletto rosso. Perché per la prima volta dall’apertura al pubblico della Collezione Maramotti di Reggio Emilia avvenuta nell’ottobre del 2007, dieci sale del secondo piano dell’esposizione permanente si rifanno il look e presentano Rehang, affascinante Greatest Hits degli ultimi dieci anni di mostre.

Rehang
Courtesy Photo

Il meglio dell'ultimo decennio riunisce progetti di artisti come Enoc Perez (in mostra nel 2008), Gert & Uwe Tobias (2009), Jacob Kassay (2010), Krištof Kintera (2017), Jules de Balincourt (2012), Alessandro Pessoli (2011), Evgeny Antufiev (2013), Thomas Scheibitz (2011), Chantal Joffe (2014), Alessandra Ariatti (2014).

La Tobias room (Gert & Uwe Tobias) nel nuovissimo allestimento della Collezione Maramotti.
Dario Lasagni

Il risultato è una serie di micro mostre personali che offrono una panoramica sulla filosofia primaria della Collezione: invitare artisti italiani e internazionali a realizzare un nuovo corpus di lavori da presentare al pubblico che successivamenti sono entrati a far parte del patrimonio della maison italiana.

Waiting Tree, 2012, Jules de Balincourt
© Jules de Balincourt. Ph. Joseph Desler Costa


Come le coloratissime tele del francese Jules de Balincourt, vere e proprie mappe che indagano il rapporto che esiste fra rappresentazione, astrazione e gesto pittorico. O come le donne dipinte da Chantal Joffe e Alessandra Ariatti, artiste che hanno dedicato la loro ricerca artistica sul ritratto.

Bumptious Mansions, 2014, Chantal Joffe
© Chantal Joffe. Ph. Dario Lasagni

Chantal ritrae ossessivamente la nipote che deforma grazie a pennellate scarne e nel contempo morbide; Alessandra dipinge invece gruppi di figure con una precisione iperrealista, funzionale alla possibilità di sondarne la loro profondità psicologica.

Vilma e Gianfranca. “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” (Vangelo di Matteo 10,8), 2010-2013, Alessandra Ariatti
© Alessandra Ariatti. Ph. Dario Lasagni

Il tour del nuovo allestimento, inaugurato il 4 marzo, vive dunque di "discese ardite e lrrisalite", direbbe Lucio Battisti. Perché si snoda attraverso progetti spesso diversi, a volte diametralmente opposti, in cui la fascinazione per l’evoluzione del linguaggio pittorico si mischia all’attenzione per nuove forme espressive.

Ohne Titel, 2009, Gert & Uwe Tobias
© Gert & Uwe Tobias. Ph. Alistair Overbruck


Il progetto Rehang è accompagnato da una piccola mostra temporanea che raccoglie documenti, libri e opere dagli archivi e della biblioteca della Collezione Maramotti (che ha ospitato la sfilata Max Mara Resort 2019) materiali che svelano anche ai non addetti ai lavori quanta strada e quanta fatica si nasconde dietro il processo di creazione delle opere d’arte.

Untitled, 2012, Evgeny Antufiev
Evgeny Antufiev
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Coolmix