Il sesso tra amici è la migliore invenzione dopo la ruota (finché non si scopre il fuoco)

Fare l'amore tra amici è un'abitudine sempre più diffusa (che lascia perplesse le generazioni precedenti): ma che succede se ci si mette Cupido?

image
Photo Thomas AE per Unsplash

“Ma amici mai per chi si cerca come noi non è possibile…” canta Antonello Venditti. La strofa di una canzone del 1991 è ancora valida? Perché il sesso tra amici sta diventando una sorta di “must” in un mondo in cui le relazioni fisse diventano sempre meno diffuse e vincolanti. In America li chiamano “friends benefit”, i benefici di essere amici di letto, ovvero quelle amicizie condite da solo sesso, niente amore.

Andare a letto con il proprio amico o amica è diventato un modo come un altro di vivere un rapporto di coppia che nasce dall’amicizia e si sviluppa in maniera differente rispetto ad una relazione amorosa. Manca l’impegno, il dovere nei confronti del partner. Molto spesso è una situazione di comodo oppure di pura coincidenza dovuta al fatto che a furia di condividere stati d’animo, segreti, interessi si finisce per sviluppare una intesa così forte che il rapporto sessuale diventa un ultimo step evolutivo dell’amicizia stessa. In altri casi si finisce a letto per puro caso o per una forte attrazione che non ha necessariamente come base l’amore reciproco. In un'amicizia il sesso può essere grandioso proprio perché completamente libero da gelosie, ansie, risentimenti ed elucubrazioni mentali. Sono molte le persone, uomini e donne, soprattutto tra i più giovani e con un picco tra i 30/40, che decidono di fare sesso ma di non parlare d’amore.

Photo The HK Photo Company per Unsplash

Insomma tutto bene o almeno sembrerebbe. Addirittura, secondo studi e sondaggi almeno in metà dei casi, questa amicizia di fatto e di letto finisce col trasformarsi in un rapporto vero, in una relazione amorosa a tutti gli effetti. E quando questo non succede? Si può continuare a restare amici, oppure come dice in una maniera (molto) poco elegante l’orsetto Ted, nel film omonimo, trombamici.

Ma cosa succede quando è uno dei due amici a cominciare a provare sentimenti più affettuosi nei confronti dell’altro? I problemi cominciamo proprio qui. La regola del “vietato innamorarsi” va onorata come un mantra per non rovinare anni e anni di complicità e segreti condivisi. Perdere un amico è peggio che perdere un amante. Ecco perché è consigliabile sempre mettere in chiaro le cose sin dall’inizio, evitare coinvolgimenti amorosi. Ma si sa, al cuor non si comanda. E allora come comportarsi quando succede? In un solo modo: essere sinceri. Non bisogna tenersi tutto dentro col rischio di mettere in serio pericolo il futuro dell’amicizia. Ma vivere male l’amicizia perché uno dei due ama l’altro, e non è corrisposto, è una pena troppo forte che non va vissuta fino in fondo. Tanto vale provare a dirlo: magari anche l'altro sta nascondendo i propri sentimenti. E se ci è andata male, separarsi sarà sempre meno doloroso di stare insieme e sentire l'altro confidarci che un'altra persona gli piace tanto. Magari proprio dopo che ha appena finito di fare sesso con noi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Coolmix