In Cina c'è un nuovo campus hi-tech di cui tutti presto parleranno

Nel cuore di Shenzhen apre un centro di ricerca tecnologica dove sembra di stare a Verona, Parigi, Oxford...

Yellow, Orange, Architecture, Line, Column, Building, Interior design,
Antoine Bussy su Unsplash

I mediocri imitano, i geni copiano. Il celebre aforisma “libera tutti” di Pablo Picasso nell'universo hi-tech trova sempre terreno fertile. Tra le realtà più attive in questo senso c'è in primo piano l'industria cinese, che da sempre utilizza quello slogan come proprio mantra di riferimento. A tutti i livelli, come l'esempio di Huawei che, dopo essersi ispirata a lungo al motto del pittore spagnolo per il design dei suoi cellulari, lo ha preso alla lettera anche quando si è trattato progettare il nuovo campus Huawei in Cina. A due passi da Shenzhen, la città-Stato che rappresenta il cuore tecnologico del Paese e dove ha sede, peraltro, il suo quartier generale. Considerata la passione che il popolo asiatico ha per la cultura e l'arte europea, lo spunto per la costruzione di questo centro di ricerca è arrivato proprio dal Vecchio Continente.

Il campus di Oxford
Sidharth Bhatia su Unsplash

Invece di optare per innalzare al cielo l'ennesimo complesso di palazzi tanto in voga nell'area, il management ha commissionato ai progettisti di riprodurre - e dato loro merito di averlo fatto in maniera non "scontata" alla Las Vegas, per intenderci - una dozzina di città europee. L'Italia, neanche a dirlo, l'ha fatta da padrona, con la copia di Bologna e Verona. Non poteva, ovviamente, mancare anche Parigi e, restando in tema di campus prestigiosi, è stato deciso di riprodurre Oxford. E poi, via via clonando, sono state realizzate anche le riproduzioni di strade ed edifici della Borgogna, di Bruges, di Windermere, Granada, Heidelberg, Cesky Krumlov e del Lussemburgo. A chiudere l'elenco c'è la replica di un celebre ponte, il Freedom Bridge di Budapest. I 108 edifici suddivisi nei suddetti 12 blocchi sono raggiungibili come se fossero le stazioni di una ferrovia mediante un trenino elettrico, anch'esso con un suo simile europeo, quello del Bernina, e ospiteranno oltre 25 mila studenti ricercatori.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Coolmix