#MCTalks Lo spazio delle donne

3 guest + 1 titolo + 1 network = la prima edizione del progetto Mc.it & Airbnb Italia.

image
Foto di Lorenzo Colombo scattata con Canon

Donne che lavorano, donne che falliscono, donne che si prendono il futuro che vogliono. Un’anafora, una sfilza di tabù, un ritornello di cliché che si frantumano mentre si recitano. Sono queste le ispirazioni-provocazioni a #casaMC powered by Airbnb Italia. Ospiti insieme a noi Matteo Frigerio country manager di Airbnb Italia, Carlotta Canepa designer founder dell’omonimo brand di abiti e Thayse Viégas che ha fondato Casa Canvas, progetto dove residenze d’epoca diventano gallerie di interior (da acquistare). In quella che è stata la nuova #casaMC da cui abbiamo seguito le sfilate Autunno Inverno 2019/2020 e dove abbiamo rilanciato le nostre #MCexperiences (questa è un’altra storia da scoprire QUI) abbiamo scelto di fermarci dalla frenesia e sederci, parlarci, conoscerci. Il primo appuntamento nel loft in porta Venezia è stato un rendez-vous mooolto informale/intimo/personale ed è stato dedicato agli intrecci di vita & lavoro di tre persone diverse tra loro che, a fine talk, avevano da condividere più di quanto sospettassero.

Foto di Lorenzo Colombo scattata con Canon

Partivamo da mondi ben distanti: Matteo Frigerio country manager di Airbnb Italia, che dopo un’esperienza nel mondo del legal aziendale ha deciso di votarsi alla legalizzazione della gentilezza e ospitalità tra host e guest. Thayse Viégas fondatrice di Casa Canvas, un progetto brasileño-brianzolo che ospita in una villa alle porte di Milano una galleria di arredo modernariato e design di domani (la location è cambiata e presto scoprirete dove verrà ricreata la magia) e Carlotta Canepa che, storia di famiglia alle spalle, ha lanciato il suo marchio che vuole riportare il concetto di made in Italy a dialogare con l’ecologia e il futuro di un consumo decelerato.

Foto di Lorenzo Colombo scattata con Canon

Il design è donna? Domanda provocazione che trova in Matteo Frigerio una splendida conferma “Da Airbnb stiamo lavorando per avere un bilanciamento sempre più ottimale delle figure di donne e uomini in azienda. In Italia non è un caso che le donne siano le più intraprendenti nel proporre experiences e che siano anche coloro che ricevono recensioni più positive come host. L’empatia, la sensibilità nel rendere la casa un luogo da vivere appieno, nel creare percorsi in città per stranieri che vogliono vivere come locals. Io stesso sono sposato con una host modello, la casa è di entrambi ma le recensioni positive sono tutte per lei e il suo welcoming”.

Foto di Lorenzo Colombo scattata con Canon

Il design è italiano? Domanda provocazione che trova in Thayse Viégas, ex buyer di moda, un’interpretazione coraggiosa lei che a Milano ha appena lanciato i Canvas Talks, incontri in un luogo “protetto” dove le donne – non devono cadere nel cliché dell’essere a tutti costi aggressive, coraggiosissime, arrabbiate per conquistarsi qualcosa. Possono dialogare, raccontare di fallimenti e di strategie, sentirsi in un luogo semplice”. Appare timida ma è ebano sottilissimo quanto iper-resistente: una piuma che muove mobili pesanti e concetti profondi, che in una casa del Fai ha creato una galleria look&buy ma prima di tutto vivi & desidera “certo che ho avuto timore, in un paese non mio, a lanciarmi in un progetto del genere” ma il risultato è una poetica/estetica che funziona “l’attenzione alle donne che creano design è sempre più alta, nascono collettivi, figure chiave in un mondo che ha sempre proteso più verso l’universo maschile”.

Foto di Lorenzo Colombo scattata con Canon

Il design è (di) moda? Domanda provocazione che trova in Carlotta Canepa una risposta fluida, lei 38anni, comasca, no make-up e tessuti morbidi e coloratissimi, pochi pezzi, una collezione ragionata supporter by Camera della Moda, una presentazione in una residenza storica milanese “ho preso i miei tempi, ritrovato gli archivi di texture di famiglia, voluto ambientare in uno spazio calmo. Il made in Italy è l’inizio del lavoro, il team di donne che vi è dietro al brand Carlotta Canepa è una scelta naturale, non imposta da quote rosa obbligate”. E se la consapevolezza del comprare meno, comprare meglio è altissima e fa eco all’ecologia dei Millennials i mercati asiatici che invece accelerano le produzioni e le richieste “sono mercati sui quali mi piacerebbe esserci, ma con i nostri tempi e standard di qualità made in Italy”.

Foto di Lorenzo Colombo scattata con Canon

L’imprenditoria è donna? Domanda provocazione che trova in tutti i nostri guest una risposta estremamente solare. Dati alla mano, volti in camera.

Un grazie speciale agli arredi über-chic di Brandani, alle bollicine di Setteanime, agli appetizer gourmand di Vivo Ristorante, al peccato di gola dei gelati couture L’Essenza e alla coccola di make up & hairstyle da passerella powered by Kiko Milano e Revlon Professional e a Canon per aver catturato i momenti migliori degli MCTalks!


Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da #casaMC