Domanda buona e giusta: ogni quanto lavare l'accappatoio?

Ovvero, come conservare il piacere di infilarsi sempre in qualcosa di soffice e profumato senza il rischio di abusare di bucati (e offendere il pianeta)?

image
Getty Images

Dubbio amletico del giorno davanti al cestone della biancheria: ogni quanto lavare l’accappatoio? Bella domanda. Chi ha inventato l’accappatoio meriterebbe un monumento. Purtroppo, il nome del benefattore è ignoto perché l’invenzione di questo miracoloso capo di biancheria da bagno risale forse addirittura al 17esimo secolo, anche se gli antenati ufficiali più accreditati sono la banyan, la vestaglia di ispirazione persiana indossata dai gentiluomini europei, ma ancora di più la yukata giapponese, il kimono di cotone che funge sia da abito estivo che, da sempre, anche da capo da indossare quando si esce dalla vasca.

Saponaria lavatrice Nuncas
nuncas.it
7,80 €


L’accappatoio è diventato di uso comune anche in Italia fra gli anni 70 e 80, anche perché si vedeva indosso alle star del cinema quando uscivano dalla doccia, e oggi abbiamo tutti abbiamo almeno un accappatoio in spugna o un accappatoio in microfibra nell’armadio, due scelte diverse che dividono la popolazione come per chi preferisce cani o gatti.

Biolindo Nuncas
nuncas.it
8,10 €

Ma tornando alla domanda iniziale, mentre siamo abituati ai nostri ritmi personali del cambio biancheria in bagno, davanti all’accappatoio restiamo tutti un po’ perplessi. C’è chi dice che si debba mettere a lavare dopo ogni doccia, perché con tutte quelle pieghe non si asciuga mai benissimo. Altri li lavano solo quando a occhio (o a naso) sembra che sia ora. Una volta Brad Pitt ha detto di fare poche docce per non sprecare l’acqua potabile, che sta diventando un bene prezioso. Ma c’è una via di mezzo fra lo sciupone e il barbone. Secondo i dermatologi e gli infettivologi, la giusta via di mezzo è: ogni tre, al massimo quattro usi. Questo vuol dire un lasso di tempo che cambia a seconda delle stagioni. D’estate, quando capita di fare anche 3 docce in un giorno, beh, il lavaggio andrà fatto almeno ogni due giorni, se si vuole fare meno spesso è consigliabile esporre all’aria aperta l’accappatoio dopo ogni uso, in modo che il sole estivo lo disinfetti (letteralmente).

Drops Classic Nuncas
nuncas.it
9,30 €

Qual è il rischio che si corre, lavando l’accappatoio troppo poco spesso? Quello sgradevole del proliferare dei batteri e delle muffe. Anche l’asciugatura è importante. Se d’estate il sole abbonda, d’inverno è consigliata l’asciugatrice, ma se si vuole evitare consumi poco ecologici, andrà bene anche appenderlo su una stampella e lasciarlo vicino ai riscaldamenti accesi. Meglio se non in bagno, che è l’ambiente col maggior rischio di microrganismi che vivono nell’umidità. In un bagno molto umido, il numero di batteri può raddoppiare ogni 15-20 minuti. E non vogliamo che ci passeggino addosso appena usciti dalla doccia.

Detergente antibatterico per la pulizia interna della lavatrice
Miele amazon.it
17,66 €

Infine, come lavare l'accappatoio in lavatrice? Sembra un gesto scontato, ma no lo è. Intanto, con un buon detersivo specifico per la spugna, per bianco se è bianco. Poi, non superare mai i 60 gradi, se è di spugna, e i 40 se è in microfibra, anche perché secondo Greenpeace, l’idea che i lavaggi ad alta temperatura siano più efficaci è un po’ illusoria: quello che conta è il detergente, e a meno che i capi non siano macchiati da olio per le auto, l’igiene è assicurata da un buon detersivo, più che dall’antiecologica temperatura alta. Magari scegliere un ciclo lungo con un bel risciacquo. Per quello in microfibra, non eccediamo nei giri della centrifuga, teniamoli a una cifra media, non più di 600. Mai lasciare l’accappatoio bagnato nel cestello, dopo il lavaggio: tiriamolo fuori SUBITO. Lasciarli in lavatrice significa permettere batteri, muffe e cattivi odori di insinuarsi tra le fibre. Se dovesse succedere di dimenticarlo dentro, è necessario un altro lavaggio breve.

Set 10 essenze profumo per lavatrice
Horomia amazon.it
30,07 €

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Coolmix