Il giorno in cui abbiamo cercato su Google: "app per non usare il telefono"

Sapevamo sarebbe successo, motivazioni + soluzioni tech (ops) per limitare l'uso dello smartphone.

Women in bed in darkness using mobile phones
© Eugenio MarongiuGetty Images

Siete stufi di rientrare in quel terzo della popolazione mondiale che ha difficoltà a fare a meno del proprio smartphone nonostante sia ben consapevole che ridurre il proprio tempo virtuale e accrescere quello da trascorrere nel mondo reale sia una cosa buona e giusta? Ebbene, nel caso, esistono app per non usare il telefono, rimedi di sicuro successo. Abbandonatelo in favore di uno di quei meravigliosi apparecchi minimali che consentono soltanto di fare e ricevere chiamate. Ce ne sono tanti in commercio, ma il nostro preferito è il Light Phone, un sottile rettangolo monocolore (e monofunzione). Se però, come immaginiamo, questa opzione è un po' troppo estrema ma avete lo stesso voglia di ridurre la vostra dipendenza dal telefonino, c'è un alternativa: affidarsi a una delle innumerevoli soluzioni software fatte apposta per disintossicarsi. Un primo passo è già subito alla portata, poiché sul vostro apparecchio, sia che appartenga al mondo Apple che alla sfera Android ha già incluse delle funzionalità che permettono di abbattere significativamente il tempo trascorso di fronte al display del cellulare. Nel primo caso, si tratta dell' app Screen Time, che offre tutta una serie di informazioni sul tempo che trascorri su ogni app e permette di impostare limiti di tempo per ogni applicazione o gruppo di applicazioni. L'omologa Android si chiama, invece, Digital Wellbeing.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito