Le serie tv che hanno segnato il decennio, parte I

Guida ragionata alle #10 serie tv imprescindibili degli anni Dieci.

Impossibile parlare di questa decade televisiva senza premettere quanto sia complessa da analizzare, perché più di ogni altra che l'ha preceduta è stata segnata da cambiamenti ed eventi storici che non solo hanno influenzato i contenuti, ma il MODO stesso di fare serie tv. Gli anni Dieci hanno preso il via nella Seconda Golden Age televisiva, l’epoca dominata dai drama dalle reti via cavo come HBO e dalla programmazione settimanale (Deadwood, I Soprano, Lost), caratteristiche che sembravano così immutabili da definire il decennio e invece in pochissimi anni lo scenario è totalmente mutato e abbiamo finito il decennio con una tv fluida, che non deve più necessariamente essere vista su uno schermo televisivo, anzi possiamo vedere ovunque e sempre, tutta insieme o un po’ per volta. Netflix e gli altri servizi di streaming, hanno creato in tempo brevissimo una vera e propria rivoluzione del consumo televisivo e alla nascita di una nuova Era, quella della Peak Tv in cui non soltanto l'iperproduzione di serie televisive che rende ormai impossibile seguirle tutte ma ha stimolato la nascita di nuovi formati (senza la messa in onda, a chi servono più episodi tutti lunghi 20 minuti precisi?) e di show sempre più targetizzati su un pubblico dai gusti molto precisi. Tutte cose che hanno messo in crisi standard costruiti in cinquant’anni di industria e reso obsoleto il concetto di tv generalista, addirittura rendendo obbligatorio ridiscutere il concetto stesso di televisione (è ancora la stessa esperienza della televisione di dieci anni fa, se oggi la vedo sullo smartphone e poi la riprendo in pausa sul pc e di nuovo la sera sul tablet?) un medium inaspettatamente diventato protagonista proprio quando sembrava obsoleto, che ha definito il decennio grazie soprattutto all’evoluzione della serialità.

Quella che segue non è proprio una classifica, è più un tentativo di mettere in fila ciò che ci porteremo dietro di questi Anni Dieci di serialità: non ha la pretesa di essere esaustiva né oggettiva ma prova a definire le serie più importanti partendo dal perché possiamo considerarle importanti, evitando il mero criterio qualitativo.

Le dieci serie tv imprescindibili

Sono quelle che non potete non avere visto se volete sapere cos’è successo nella televisione di questi ultimi dieci anni, cosa è cambiato e come si è evoluta. Ognuna di queste serie può essere presa a simbolo di una tendenza che ha dominato questi ultimi dieci anni televisivi: l'evoluzione “adulta” dell'animazione non si esaurisce ad esempio con Bojack Horseman ma lo show ne è uno degli apripista e forse il successo più evidente; la rivoluzione della rappresentazione non riguarda solo le persone trans di Transparent, ma il percorso di Jill Solloway rappresenta un caso emblematico (anche per come la serie è cresciuta sotto i nostri occhi); la reinvenzione del formato antologico invece sì, possiamo davvero attribuirlo a Ryan Murphy e ad American Horror Story che ha avuto l’intuizione di usare una forma tipica del genere horror per parlare (anche) di pop culture americana; la nostalgia e il ripescaggio di serie del passato sono una tendenza clamorosamente evidente ma la britishness della Revived Era di Doctor Who riesce a essere rappresentante perfetta dei reboot (anche per la sua stessa evoluzione interna, dallo scorso a questo decennio), così come il revival di show del passato con Twin Peaks ha raggiunto la sua forma più perfetta e sperimentale. Spostandoci agli sgoccioli della decade impossibile non individuare già una pietra miliare nell'esplosione del mercato dello streaming con i nuovi player di cui The Morning Show è espressione perfetta, incrociata oltretutto col tema del #metoo che ha dominato questa chiusura di decennio. Ma forse il tema più rilevante, almeno per gli addetti ai lavori, di questi anni è stata la rinascita della comedy, che punta sia sulle autrici (di cui Rachel Bloom con Crazy Ex-Girlfriend è l’esempio perfetto) disposte a rischiare sperimentando su generi bistrattati, come il musical, sia su piccoli fenomeni di culto come Brooklyn Nine-Nine, esempio perfetto di serie “salvata” dal suo stesso pubblico dalla scure degli ascolti, dimostrando il potere della conversazione online sulle scelte produttive. E poi i nuovi teen drama contemporanei, sempre più sofisiticati e meta, di cui Riverdale è l'indiscussa regina, fino al fenomeno Fleabag che dimostra il cambiamento in atto nel modo di costruire un antieroe: da Don Draper siamo arrivati a Fleabag, costruendo antieroine sempre più tridimensionali, provocatorie e quindi, rivoluzionarie.

  1. Bojack Horseman
  2. Transparent
  3. American Horror Story
  4. Doctor Who
  5. Twin Peaks
  6. The Morning Show
  7. Crazy Ex-Girlfriend
  8. Brooklyn Nine-Nine
  9. Riverdale
  10. Fleabag

    This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
    Pubblicità - Continua a leggere di seguito
    Altri da Coolmix