Come pulire la lavatrice è una competenza pregevole e seria

La conseguenza di una lavatrice pura come un giglio è un guardaroba per angeli immacolati (e profumati).

Tumble Dryer
Ellen MoranGetty Images

Succede anche ai migliori, di aprire la lavatrice ed essere investiti dal cattivo odore. Succede poi che i panni lavati in quella situazione critica non escano esattamente profumati, ed è comprensibile. Possiamo aggiungere tutto il profumo in gocce o granelli che vuoi, ma è un po’ come nascondere la polvere sotto il tappeto perché la cosa che va fatta è una sola: capire la causa del cattivo odore ed eliminarla. Insomma, capire come pulire la lavatrice, o per andare meno del diplomatico: come pulire la lavatrice che puzza.

Dr. Beckmann - Il Cura Lavatrice 250 ml
Dr Beckmann amazon.it
5,90 €


Visto che la causa principale sono i batteri che hanno preso residenza al suo interno, bisogna capire quali sono le loro aree preferite e perché quelle zone sono diventate il loro habitat. All’interno della lavatrice si accumulano varie sostanze come detersivo, sporco venuto via dai panni che non è andato giù per lo scarico, i residui del nostro corpo lasciati sui vestiti, sudore, sebo, cellule epiteliali. E poi c’è la muffa, che si forma facilmente se appena svuotata la lavatrice chiudiamo subito lo sportello, con la vaschetta dei detergenti e il cestello ancora bagnati. Anche lo scarso drenaggio della lavatrice può dare problemi, e su quello c’è poco da fare se non in tema di prevenzione, oltre a tenere pulito il filtro: bisogna solo tenere sotto controllo gli effetti. Altra domanda d'obbligo: come pulire la lavatrice dalla muffa?

Universal Detergente anticalcare e detergente per lavatrici e lavastoviglie
14,08 €

Che si tratti di lavatrice con carico frontale o dall'alto, il problema sembra essere, per cominciare, sempre lo stesso: la guarnizione. Esistono moltissimi prodotti in commercio per la pulizia profonda della lavatrice e sono tutti molto efficaci (e rapidi) ma per gli amanti del fai da te ci sono delle alternative, e alcune di queste comprendono l'uso del (solito, magico) bicarbonato. Pulire la guarnizione della lavatrice col bicarbonato non è difficile, ma l'altro ingrediente magico a cui fare ricorso, in combo, è l'aceto bianco. Occorrono anche uno spruzzatore e un panno di microfibra. Si carica lo spruzzatore di aceto e si spruzza bene sulla guarnizione, cercando di mandarlo bene anche nelle pieghe. Si passa il panno in microfibra su tutta la guarnizione e si procede all'operazione principale per il cestello: pulire la lavatrice con aceto e bicarbonato. Si carica la vaschetta del detersivo con due tazze di aceto e si imposta il lavaggio alla temperatura più alta. Si lascia andare un ciclo completo di lavaggio, a cestello vuoto. Una volta finito, si imposta di nuovo lo stesso ciclo, stavolta usando al post del detersivo una tazza si bicarbonato. Finito anche questo, si passa la microfibra asciutta all'interno, si lascia aperto per un po', per far asciugare tutto.

Salviette per pulire la guarnizione dello sportello della lavatrice. Confezione da 20 pezzi
Lakeland
13,74 €

Come pulire la lavatrice con carica dall'alto è un'altro paio di maniche. Si carica la vaschetta con quattro tazze di aceto e si avvia il lavaggio caldissimo, ma stavolta si mette in pausa a metà, e si lascia riposare per 40 min o un'ora (meglio). Quando scatta l'apertura, si approfitta della pausa per pulire con uno spazzolino da denti vecchio le vaschette di detersivo, anticalcare, additivi etc., i cui residui sono ora ammorbiditi dal calore. Scaduto il tempo, si lascia finire il ciclo di lavaggio. Poi se ne avvia uno identico aggiungendo la tazza di bicarbonato. A fine lavaggio si asciuga tutto con il panno di microfibra. Lasciare aperto per una notte, per far asciugare bene il tutto. Con questo tipo di lavatrici, comunque, lasciare spesso aperte, o comunque per un'ora dopo aver finto il lavaggio, è sempre consigliabile.

Compressa effervescente detergente, disincrostante e deodorante per la pulizia profonda della lavatrice
LARRY-X
8,75 €

Chi usa ogni tanto la candeggina nei lavaggi dei panni pensa di essere al riparo dalla proliferazione di batteri. Sicuramente meno di chi non la usa mai, ma un lavaggio hard core una volta ogni tanto, ci sta. Come si fa a pulire la lavatrice con la candeggina in modo corretto? Si avvia un lavaggio molto caldo con una tazza di candeggina (ovviamente a lavatrice sempre vuota). Finito questo ciclo, si riparte ma mettendo nella vaschetta due tazze di aceto e mezza tazza scarsa di bicarbonato mescolati prima, con un po’ d’acqua. Anche in questo caso, una bella passata con un panno in microfibra, a lavaggio terminato, si lascia asciugare a sportello aperto e la lavatrice è pronta, senza più panni che emanano cattivo odore.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito