Come si rinnova un'icona, aprire le porte di una Maserati Royale, prego

Un capo che si china alla versione datata 1896, un capo che si alza al suono di un motore di ultimissima generazione, la storia della nuova creazione della Maison del Tridente.

image
Courtesy Photo

Era il 1986 quando il mercato delle auto cambiò per sempre i suoi paradigmi alla voce made in Italy, design, comfort, eleganza e sicurezza. Era il 1986 quando un motore con una potenza di 300 CV veniva incastonato solo su 51 gioielli dell’alta velocità. Era il 1986 quando Maserati lanciava Royale, la Quattroporte che ha ridefinito il concetto di auto sportiva nel mondo. È al calcio d’inizio del 2020 che la Maison del Tridente decide di compiere l’atto più coraggioso che si possa immaginare parlando di business, quello rinnovare un’icona. Stesso nome, stessa anima, avanguardie completamente rivoluzionate, Maserati presenta la serie speciale Royale, un omaggio in chiave contemporanea all’heritage del casato fondato nel 1914. Una serie speciale prodotta solo in 100 unità, della gamma V6 per Quattroporte, Levante e Ghibli.

Courtesy Photo

Presentata a Marrakesh ed esposta presso il sontuoso Royal Mansour Marrakesh hotel, che inaugura in questi giorni Sesamo, il nuovo ristorante firmato da Massimiliano e Raffaele Alajmo, l’ultima supercar di Maserati è disponibile in due colori unici, Blu Royale e Verde Royale, con esclusivi elementi interni. Quattroporte, Levante e Ghibli Royale saranno prodotte con motori che vanno dal V6 diesel 3,0 litri da 250 e 275 CV, al benzina V6 3,0 litri da 350 CV e 430 CV. Insieme al Sound System Bowers & Wilkins, tetto apribile elettrico e i vetri oscurati, completano gli interni i sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) per rispondere attivamente ai maggiori rischi potenziali su strada e i pacchetti Cold Weather, Premium e Driving Assistance Plus di serie. Il sistema include, inoltre, le funzioni di mirroring di Apple CarPlay e Android Auto. Gli interni Royale, basati sull’allestimento GranLusso, sono disponibili in Pelletessuta Zegna, leggero, morbido e resistente, un “intreccio” fra le tradizioni artigianali e secolari italiane e le innovative tecnologie automobilistiche.

MICHAEL MINELLI
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Coolmix