Possiamo vivere tutti nel bosco verticale, le piante da casa per vivere meglio

Scopriamo sette piante in grado di migliorare la qualità della nostra vita senza che ce ne accorgiamo, e di cui non sapevamo (tutte) le proprietà.

Le piante da appartamento hanno proprietà curative in grado di migliorare la qualità della nostra vita? La risposta – spoiler, ma da approfondire – è . Le piante da interni non sono una pura decorazione del nostro ambiente, pezzi di arredamento da posizionare in quell’angolino per dare un tocco estetico in più e poi buttarle quando muoiono. Quando adottiamo una pianta dovremmo considerarla come un animale domestico, con le stesse proprietà antistress dell’accarezzare un gatto, e non solo perché soddisfano uno degli istinti innati più importanti dell’essere umano, quello dell’accudimento verso un altro essere vivente, che è alla base della nascita delle comunità in tempi remoti.


Le piante sono anche componenti essenziali del nostro ecosistema che si è sviluppato in modo da provvedere il più possibile alle nostre necessità vitali, e non solo di alimentazione. Ci sono piante che con la loro presenza in casa sono in grado di purificare l’aria, di ridurre il numero di allergeni, di favorire il sonno, di calmare i nervi, e così via. Vediamo quali sono e perché dovremmo allevarle anche in casa.

Una bella felce rigogliosa in consegna a casa
POWERS TO FLOWERS
32,90 €

La felce comune, detta anche felce di Boston, nome botanico Nephrolepis exaltata, è una pianta che svolge innumerevoli servizi in casa nostra senza pretendere altro che un po' di cure. Inizialmente la si considerava una pianta umidificatrice per gli ambienti seccati dai riscaldamenti, poi si è scoperto che rientra a pieno diritto nella categoria di piante che purificano l'aria, perché la liberano dalla formaldeide che arriva praticamente da quasi tutto nella casa, ma in particolare dai mobili nuovi non di massello, dallo xilene che entra in casa dai vapori del catrame delle strade, ma che viene emesso anche da innocui oggetti come i pennarelli e i detergenti per acciaio, e da tante altre tossine indesiderate. Nativa delle regioni tropicali ha bisogno di luce ma non di raggi diretti del sole, e nelle stagioni calde chiede di essere vaporizzata di acqua tutte le mattine.

SANSEVERIA TRIFASCIATA DWARF LAURENTII IN VASO CERAMICA BIANCO RIGATO, pianta vera
POWERS TO FLOWERS
19,90 €

La Sanseveria, nome botanico Dracaena trifasciata, è una pianta così comune negli androni dei condomini che siamo portati a darla per scontata, anche perché richiede così poche cure - solo un po' d'acqua ogni tanto e molta luce non diretta - da dimenticarcela. Invece è una pianta da tenere addirittura in camera da letto. Questo perché è la più vorace divoratrice di anidride carbonica, di cui si nutre rilasciando ossigeno. Secondo gli studi della Nasa, concentrati sui sistemi per rendere abitabili altri pianeti, è la pianta con la maggiore capacità di emettere ossigeno purissimo, mentre libera la stanza da formaldeide, ossido d'azoto, polveri sottili ed idrocarburi. Sei piante di Sanseveria fra i 50 e i 70 cm di altezza sparse in un appartamento di grandezza media assicurano un'aria dalla qualità paragonabile a quella della campagna.

Pianta di edera vera con vaso 17 cm e gancio
Generico

L'edera pianta da interni? Sì, ed è anche molto utile. Ci sono case, soprattutto quelle di campagna o sottotetto, o semplicemente dei bagni poco arieggiati, che possono sviluppare muffe sulle pareti richiedendo continue ritinteggiature e il ricorso a prodotti antimuffa che non sempre ce la fanno a tenere sotto controllo la situazione. Non è molto noto però che esistano piante mangiamuffa, in grado di assorbire le spore volatili che si depositano sulle zone umide della casa formando macchie di muffa, e una di queste è l'Hedera Helix, l'edera comune. L'edera la immaginiamo arrampicata sui muri all'esterno, invece in casa è molto bella se appesa al soffitto con un gancio perché crea uno spettacolare effetto a cascata. Non vuole la luce diretta, ma neanche il buio, e deve essere annaffiata tutti i giorni per mantenere il terriccio umido, mai bagnato. Quando vive in vaso ha anche bisogno di essere annaffiata con acqua diluita di fertilizzante liquido ogni 15 giorni, durante la primavera e l'estate. In cambio dà molta soddisfazione. Unica precauzione: animali e bambini non devono masticarne le foglie perché pericolose.

Pianta d'appartamento da Botanicly – Ficus elastica – Altezza: 70 cm
botanicly amazon.it
36,95 €

La prima cosa che uno elimina dalla propria stanza, a volte dalla casa, quando soffre di allergie, sono le piante. L'idea che se una pianta - le graminacee, ad esempio - generi allergeni, fa pensare che siano tutte pericolose . Invece alcune piante possono ridurre i rischi di allergie in casa. Tra queste c'è la Ficus Elastica o Pianta della gomma, una pianta depuratrice dell'aria che agisce in particolar modo sulle sostanze che possono causare allergie respiratorie. Questa pianta originaria delle foreste tropicali dell’Asia - dove diventa un albero altissimo, fino a 30 metri - è in grado di umidifica l'ambiente mentre spazza via allergeni ed elementi chimici come la famigerata formaldeide. In cambio chiede solo molta luce, meglio se non diretta, e di essere annaffiata quando il terriccio appare asciutto (mai quando è ancora bagnato).

Pianta di aloe vera
PLANTI'
29,90 €

Tutti conosciamo l'aloe vera, pianta che, tagliata, emette un gel dalle proprietà curative per scottature e irritazioni, e in grado di lenire alcune irritazioni intestinali, se bevuta in apposite preparazioni (no al fai-da-te). Meno nota è la sua capacità di produrre ossigeno meglio di una bombola. Ne emette così tanto che al momento di coricarci, e di iniziare a respirarlo, il nostro sistema nervoso si calma immediatamente, favorendo il sonno e addirittura dei sogni migliori. All'aloe piace il sole, non pretende particolari attenzioni, e vuole poca acqua, anche ogni 15 giorni le basta.

Pianta di lavanda in vaso
PLANTI'
19,00 €

Resta infine la pianta di lavanda, nome botanico Lavandula Angustifolia, che anche se scontatissima svela sempre qualche lato del suo carattere che può sorprendere. Il suo profumo, associato alla Provenza, è l'ingrediente principale di qualsiasi prodotto rilassante delle spa ed è risaputo che un sacchettino di fiori di lavanda tenuto sotto il cuscino può essere di aiuto contro l'insonnia. Ma tutt'altra cosa è tenerla a casa, perché il profumo è fresco e quindi più fortemente in grado di lenire, oltre all'insonnia, stati d'ansia e leggere forme di depressione (senza sostituirsi mai al lavoro del medico).

Spatifillo con vaso in ceramica
POWERS TO FLOWERS
17,90 €

E infine, conosciamo le proprietà dello Spatifillo, detta anche Giglio della pace, nome scientifico Spathiphyllum. Tra i purificatori d'aria si distingue come divoratrice di uno degli inquinanti atmosferici in particolare: i fumi dell'ammoniaca. Quindi è molto efficace nell'eliminare gli effetti negativi dei detergenti per la pulizia della casa. Lo Spatifillo è una pianta bella da vedere e che richiede cure modeste, non cerca molto la luce, anche se il buio non va bene per nessuna pianta, ed è sensibile agli sbalzi di temperatura. Bisogna prestare anche un po' di attenzione nell'annaffiarla: né troppo, né troppo poco. Quel che basta per tenere il terriccio umido.

This content is imported from {embed-name}. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito