Il museo più bello del mondo è subacqueo, la sua Gioconda? La barriera corallina

Dal 1 agosto le opere d'arte naturalistiche contribuiranno alla salvaguardia della più grande barriera corallina del mondo, nel North Queensland.

Amore metti la muta da sub, usciamo. Meglio, ci immergiamo nel blu brillante dell'oceano australiano, dove dal 1 agosto 2020 "apre" il primo museo subacqueo in Australia e l'unico dell'emisfero meridionale. Più precisamente in una parte della grande barriera corallina, già di suo un'opera d'arte in mare aperto, inizia ufficialmente l'avventura del MOUA, Museum of Underwater Art, che ospiterà le installazioni dello scultore ambientalista e fotografo subacqueo Jason deCaires Taylor, tra i più rinomati sperimentatori di opere che si integrino completamente nella natura circostante. E per di più sott'acqua, al largo delle coste del North Queensland, sulla costa est australiana.

Jason de Caires Taylor

Provocazione? Da far riemergere domande nel cervello, sì. Quanto ci stiamo davvero (pre)occupando del 70% della superficie terrestre, gli oceani, dopo aver assistito alle devastazioni degli incendi in Australia? Sembra un discorso lontanissimo e per ora ne se parla ancora troppo poco. Così la Grande Barriera Corallina australiana diventa lo scenario nascosto e profondo cui chiedere almeno di fare ordine tra i pensieri. L'opera inaugurale è La sirena dell'oceano, una Statua della Libertà marina svettante e caleidoscopica, e raccoglie i dati provenienti dalla stazione meteorologica di Davies Reef, mutando di colore in base alle variazioni della temperatura delle acque in tempo reale.

Jason DeCaires Taylor

Ma la scultura più imponente finora realizzata, 20 guardiani di complessive 58 tonnellate in grado di resistere alle potenti correnti dell'oceano, è la Coral Greenhouse, costruita interamente in acciaio inossidabile e materiali a pH neutro per favorire le formazioni di coralli e per proteggere la porzione di barriera corallina chiamata John Brewer Reef. Si potrà raggiungere con due ore di traghetto da Townsville, immergendosi a 10-15 metri di profondità. Nella speranza che sia colonizzata da specie animali per rafforzare l'ecosistema, e salvare l'ambiente dal global warming.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito