Ma perché, c'è ancora qualcuno che crede ai venerdì 17?

Significato e superstizioni, la numerologa risponde alle nostre domande sulla (s)fortuna dei venerdì 17.

Unspalsh

Se in agosto abbiamo avuto un venerdì 13, ora, in settembre, stiamo per affrontare un venerdì 17, un vero incubo per gli scaramantici (che sono il 60% degli italiani, insomma tanti). Ma davvero queste combinazioni non sono di buon auspicio? Trattandosi di numeri, lo abbiamo chiesto a Maria Vittoria Pieralisi, celebre numerologa italiana. Secondo la scienza che interpreta le cifre, dobbiamo sfatare il mito secondo cui il venerdì 17 porterebbe sfortuna. Ecco perché. In numerologia non esistono numeri che siano in assoluto positivi o negativi, perché ogni numero sarebbe un messaggero del mondo invisibile, perché ogni cifra ci può dare indicazioni sul modo di vivere. Si tratta insomma di proposte e di opportunità, ma vanno conosciuti, interpretati.


Il fatidico Venerdì 17 è un giorno in cui siamo chiamati a fare chiarezza con noi stessi e con gli altri. Può succedere che ci capiti "l’opportunità" di un chiarimento con una persona, anche se sarebbe meglio evitare lo scontro e parlare usando le giuste parole. Può succedere che qualcosa non vada come vogliamo, ma semplicemente perché non è la direzione giusta per noi. Proviamo quindi a calarci nel venerdì 17 con le migliori intenzioni, sapendo di avere qualcosa su cui fare chiarezza (l’opposizione Sole-Nettuno di qualche giorno prima sembra suggerire la stessa intenzione) fidandoci del 17 e dei suoi auspici.

This content is imported from {embed-name}. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Coolmix