Il bed-in di John Lennon e Yoko Ono compie 50 anni

Era il 20 marzo del 1969 quando la coppia di artisti decise di protestare contro la guerra in Vietnam restando a letto per due settimane davanti alla stampa: subito dopo nacque Give Peace a Chance, l'inno più pacifista di sempre.

bed-in-lennon-ono
Getty Images

E' passato mezzo secolo da quando John Lennon e sua moglie Yoko Ono si infilarono in un letto per protestare contro la guerra in Vietnam. Era il 20 marzo del 1969 e quel sit-in pacifista, organizzato per due settimane fra Amsterdam e Montreal, prese il nome di bed-in.

Bed-in, 1969, John Lennon e Yoko Ono
Getty Images

Cinquant'anni che sembrano quasi un millennio fa. La storia di quella leggendaria protesta iniziò con un matrimonio. I Beatles erano al loro canto del cigno e John e Yoko (quest'ultima, da molti considerata la vera causa della rottura della band) avevano deciso di convogliare a nozze alla Rocca di Gibilterra (il cantante dei fab four era al secondo matrimonio). Il fatidico giorno Yoko indossava una minigonna, calzettoni e cappello a tesa larga, mentre John era in dolcevita e giacca/pantaloni. Entrambi erano rigorosamente in bianco.

John Lennon
Getty Images

Dopo la cerimonia gli sposi scelsero una curiosa luna di miele: per manifestare contro il conflitto nel sudest asiatico le due star passarono la loro luna di Miele nella suite presidenziale dell’Amsterdam Hilton Hotel, stando a letto per una settimana (dal 25 al 31 marzo) e permettendo a stampa e fotografi di tutto il mondo di entrare dalle 9 del mattino fino alle 21.

Yoko Ono
Getty Images

Data la bizzarria della coppia, inizialmente i giornalisti si aspettavano di assistere a qualcosa di scandaloso, del tipo sesso in diretta, contorsioni erotiche live e via dicendo. Invece si ritrovarono davanti i due sposini in pigiama, impegnati a disquisire di politica, pace e amore sotto le lenzuola. Tutto attorno, appesi alle pareti della camera (c'è chi dice fosse la numero 702 e chi la 1902) , c'erano cartelloni pacifisti con scritte del tipo "Hair Peace" e "Bed Peace" . Una settimana dopo la coppia si trasferì in Austria dove organizzò una conferenza stampa all'interno di in un sacco. Per otto mesi la coppia inviò delle scatolette con dentro delle ghiande ai vari leader mondiali, però non ottenne mai la possibilità di incontrare nessun capo di stato.

Bed-in, 1969, John Lennon e Yoko Ono
Getty Images

Il secondo bed in si svolse a fine maggio 69: un'unica notte alle Bahamas e poi in Canada, al Queen Elizabeth Hotel di Montreal, dove la coppia Anche in questa occasione la ricevette ospiti, come l’attivista dei diritti dei neri Dick Gregory, il separatista del Quebec canadese Jacques Larue-Langlois e il fumettista Al Capp. Concluso il bed-in, il 1 giugno 1969, fu registrata Give Peace a Chance, destinata a diventare l'inno pacifista per eccellenza.

Bed-in, 1969, John Lennon e Yoko Ono
Getty Images

Ps. per i beatlesiani di ferro: il matrimonio («You can get married in Gibraltar near Spain»), il primo Bed-In («Talking in our beds for a week»), la conferenza stampa di Vienna («Made a lightning trip to Vienna...The newspapers said...»), sono tutti menzionati nella canzone dei Beatles, The Ballad of John and Yoko.


This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Cultura