Scatta il MIA Photo Fair, Milano diventa capitale della fotografia

A The Mall nel cuore di Porta Nuova c'è la nona edizione della manifestazione tutta dedicata all'immagine: in campo 90 gallerie internazionali, mostre, talk e numerosi progetti speciali.

liu-bolin
Liu Bolin

I numeri: 300 fotografi esposti (dalla nostra Vanessa Beecroft al cinese Liu Bolin passando per Erwin Olaf), 130 espositori, 90 gallerie provenienti da 14 nazioni (dall’Austria all’Ungheria), una ventina di editori specializzati. E poi premi, mostre, talk. Insomma è il MIA Photo Fair, kermesse dedicata all’immagine, che anche quest’anno è allestita dal 22 al 25 marzo da The Mall nel cuore del quartiere di Porta Nuova a Milano.

Rune Guneriussen, Demanded Growth Increases Descent, 2014
Rune Guneriussen

«In otto anni di storia - spiega Fabio Castelli, patron della kermesse giunta alla nona edizione -, abbiamo assistito alla crescita dla manifestazione, non solo come contenitore espositivo, ma come piattaforma culturale, sempre attenta ad accogliere le ultime istanze che provenivano dall’universo fotografico. Parallelamente abbiamo percepito una sempre più ampia considerazione sia dei visitatori, sia degli appassionati di questa forma d’arte, sia degli addetti ai lavori e degli investitori, soprattutto internazionali. Il fatto che anche all’estero MIA Photo Fair venga riconosciuta come una fiera di riferimento per la sua qualità è un valore aggiunto. Il successo della manifestazione - conclude Castelli - passa anche attraverso il dato dei numeri. In otto anni sono stati oltre 400 gli espositori, con i suoi 170.000 visitatori (info biglietti sul sito ufficiale) avremmo riempito due volte lo stadio di San Siro».

Delphine Diallo

Tra le novità del 2019, la sezione Beyond Photography, che indaga le connessioni tra fotografia e arte contemporanea, la collaborazione con Photo Independent di Los Angeles e una selezione di scatti curata dall’architetto Fabio Novembre in cui il design si fonde alla fotografia.

Erwin Olaf

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Cultura