Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Mauritius è l’isola paradiso che non stavamo (più) considerando e che ora è super COOL

Beach day memorabili, avventure culinarie e tramonti da favola: questi e altri 7 motivi per visitare ASAP l'isola-gioiello che profuma di curcuma, zenzero e cannella.

Getty Images

Alexa Chung ci ha trascorso le vacanze di Natale, Anna Hathaway e Uma Thurman sono state qui per girare Serenity, il nuovo film di Steven Knight. Avvertimenti e segnali chiarissimi che Mauritius è (di nuovo) di moda. E i numeri confermano: nel 2017, gli italiani in vacanza sull’isola sono aumentati del 12%. Da meta snob degli anni 80, da viaggio da luna di miele, anche un po’ troppo scontato, a isola PLACE TO BE dove rigenerarsi, divertirsi, vivere nuove esperienze, non solo in coppia, ma anche con le amiche. Ora che l’isola africana più pacifica e serena del continente prepara i festeggiamenti per il 50esimo anno di indipendenza dalla corona inglese (12 marzo 2018) è pronta a (ri)splendere e a tornare alta in classifica tra le destinazioni paradiso dove fuggire quando qui è ancora stagione di pullover e cappotti.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Per chi sta già programmando (o sognando) una vacanza al mare nell'Oceano Indiano: 8 cose da fare a Mauritius tra grandi classici e nuove avventure da non perdere.

#1 COCCOLE BEAUTY & PROGRAMMI DETOX

Per chi vacanza al mare d’inverno è sinonimo di remise en forme totale, il Long Beach Mauritius prende la cosa molto seriamente, come? Invitando al resort esperti di wellness internazionali e offrendo programmi ad hoc come la session Hello Sunshine 5.30 am - 7.30 am. Due ore di attività e benessere per ritrovare forma, energia e spiritualità. Si parte con ammirare il sorgere del sole in paddle board, esercizio rilassante, stimolante e allo stesso perfetto per bruciare i chili di troppo (in un’ora si bruciano fino a 700 calorie). Si continua sulla spiaggia borotalco di Belle Mare (tra le più incantevoli dell’isola) con la seduta di yoga o di mediazione Qi Gong, e si termina con boost di zenzero, curcuma e super greens. Il programma detox riprende nel pomeriggio nella nuova Cinq Mondes Spa, tra rituali di bellezza e percorsi ayurvedici e si conclude al ristorante giapponese Hasu, con menu light a base di pesce crudo e ricette fusion.

Courtesy Photo
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

#2 NINFEE, BOOBAB & FIORI DI LOTO: PASSEGGIATA IN EDEN
In caso di nuvole o di break (obbligato) dal sole tropicale, prendere un taxi in direzione: Jardin de Pamplemousses. È l'orto botanico più antico dell’emisfero boreale (progettato nel 1770) e forse tra i più belli al mondo. Qui cresce rigogliosa la Tochetia, simbolo nazionale, la rarissima Talipot Palm, una palma che inizia a fiorire soltanto dopo i cinquant’anni d’età e un baobab gigante di oltre 250 anni. Varcate l’imponente cancello in ferro che ha ispirato quello di Buckingham Palace (in pratica lo hanno copiato paro paro), percorrete il viale delle palme reali e perdetevi senza guida, senza meta. Lasciatevi conquistare dagli aromi di cannella, sandalo e noce moscata, dai profumatissimi frangipane e dal colore acceso dei flamboyant. E poi, pausa contemplativa di fronte alla distesa di fiori di loto e sul ciglio del lago di ninfee Victoria Regia. Pura meraviglia.

Courtesy Photo
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

#3 ESPERIENZA GLAMPING NELLA GIUNGLA TROPICALE
Fuga di una notte dai resort extra lusso della costa per vivere un’esperienza glamping ai piedi del monte Bambous e ammirare il cielo stellato tutta la notte. Follia?! No, da fare. È un’avventura romantica, chillax e tech free: all’eco-lodge Otentic Mountain il WiFi è bandito e i cellulari non prendono, sorry. Lo spirito greendell'accampamento deluxe si respira anche a tavola: il ristorante bio-vegetariano offre ricette veggie con influenze e sapori cinesi, africani e francesi. In ogni piatto un mix di culture, spezie, frutta e verdure organiche Km0, provenienti direttamente dall’orto dello Chef.

Courtesy Photo

#4 IL PRANZO IN CAMPAGNA CHE NON TI ASPETTI
Dopo lo shopping di spezie e borse di paglia al mercato di Port Louis (tappa evergreen da non perdere), vale la pena fermarsi a pranzo da Escale Créole, a soli 20 minuti di macchina dalla capitale. Un ristorantino nella campagna tropicale, cosy, familiare e folk-country chic. La cucina 100% creola di mamma Majo è una delizia. E il sorriso, la gentilezza e l’amore con cui la figlia Marie-Christine ti racconta ogni portata del manzé lacaze (pasto casalingo fatto in casa) è memorabile. Ordinate il menù del giorno, lasciatevi coccolare (e innaffiare di rum alla vaniglia) .

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

#5 DAY SPA CON VISTA PARADISO
Per una pausa relax in un tempio-spa con vista paradiso, l’indirizzo è uno solo: Dinarobin Beachcomber Golf & Resort Spa. L’hotel 5 stelle vanta una posizione unica (e spettacolare): l’area benessere open air si trova ai piedi di Le Morne, la montagna solitaria dalla natura lussureggiante, patrimonio Unesco dal 2008 e icona della zona sud-est dell’isola. È il luogo ideale dove concedersi un trattamento agli oli essenziali, per poi sdraiarsi, avvolte in candido accappatoio, vicino a un Buddha in meditazione, posizionare il naso all’insù e sospirare WHOA.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

#6 IL TE DELLE CINQUE (ANCHE) A MAURITIUS
Colonizzata dagli inglesi dal 1814 al 1968 (quest’anno si celebra 50esimo anniversario dall’indipendenza), anche a Mauritius l’appuntamento del tè delle 5 cinque, è un grande classico. Con biscottini alla vaniglia, sia chiaro. Il miglior posto per degustarlo? Direttamente alla piantagione di Bois Cherie, prima si visita la fabbrica e poi si passa alla degustazione di tè a tutti i sapori. I migliori? Vaniglia e cocco. Il plus? La vista dalla terrazza open air è un quadro coloniale di fine Ottocento.

Courtesy Photo
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

#7 INVITO A CENA 100% LOCAL
Succede solo agli Attitude Hotel: la cameriera che ti serve colazione la mattina o la signora che ti rifà il letto e rifornisce il minibar, alla sera ti invita a cena e ti prepara la cena creola TOTEMICA che non ti dimenticherai mai più. È una delle esperienze Otentik da non perdere offerte dalla catena di hôtellerie mauriziana che, ad oggi, conta 7 strutture sparse per tutta l’isola. Dal Zilwa Attitude, rustic chic, al Récif Attitude, zen, contemporaneo e adults only, ogni struttura ha stile e caratteristiche uniche, ma la mission e il vibe è unanime. Claim (e invito) del team Attitude: dimenticati chi sei e da dove vieni e become an islander. Più normtrotter di così...

Courtesy Photo

HOW TO MAURITIUS
Come arrivare : il collegamento più diretto dall’Europa a Mauritius è garantito dalla compagnia Emirates, che opera 7 voli giornalieri dall’Italia (3 da Milano, 2 da Roma e 1 da Bologna 1 daVenezia) via Dubai. Biglietto a/r con tariffa base Economy a partire da 870 euro. La flotta è composta da aerei Airbus A380.

Lo state pensando anche voi?! Perchè non aggiungere due giorni extra a Dubai, la metropoli cresciuta nel deserto è in totale fermento.

Per informazioni, eventi & altre curiosità: contattare l’Ente del Turismo Mauritius.

Per escursioni, guide, transfer & altri servizi: affidarsi a Mauritour.


Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi