C'è un hotel a Parigi dove ti portano i libri (e la colazione) a letto

Caffè, cappuccino e Baudelaire. Al Pavillon des Lettres della capitale francese c'è un servizio in camera solo per book lovers.

Getty Images

Sotto la cloche? French toast e uova strapazzate. Sì, nel servizio in camera di qualsiasi hotel. Sotto la cloche? William Shakespeare e Victor Hugo. Sì, nel servizio in camera di questo romanticissimo, coltissimo (e snobissimo?) hotel di Parigi. Tra le rue dell’ottavo arrondissement della capitale dei macaron e delle baguette, Le Pavillon des Lettres è la destinazione d’ordinanza di tutti i turisti opsss book-nerd del pianeta. Alle 26 stanze dell’albergo, arredate in puro stile parigino (terrazzino con vista Tour Eiffel incluso), è stato dato il nome di scrittori e protagonisti delle opere più emozionanti della letteratura europea del secolo scorso. Da Hans Christian Andersen a Charles Baudelaire, da Gustave Flaubert a Virginia Woolf. E il motivo non è solo un vezzo chicchissimo. All’hotel Pavillon des Lettres di Parigi, lavanderia e colazione a letto non sono gli unici servizi offerti dal personale. Giorno dopo giorno, ad ogni ospite sarà servito un libro direttamente sul soffice piumone della stanza. E non solo. «Ogni parete della camera è decorata con le frasi e le citazioni più belle di poesie e romanzi», spiega una nota sul sito dell’hotel parigino.

Un viaggio attraverso la Francia delle banlieue e della Belle Epoque, un salto (con la mente) verso l’Inghilterra del teatro elisabettiano e della Londra della rivoluzione industriale. Standosene comodamente accovacciati tra le coperte della propria chambre. In coppia o in solitaria. O, magari, in compagnia del professore/ssa madrelingua che l’hotel Pavillon des Lettres mette a disposizione per chi ha voglia di cimentarsi nella lettura di poesie in francese o chi desidera semplicemente dare un twist alla propria pronuncia. Il tutto, scegliendo rigorosamente à la carte, ça va sans dire. Dal pacchetto Parlez-vous Français?, una due ore di reading di libri ed esercitazioni, alle lezioni - per i più pragmatici - di “sopravvivenza” nella capitale francese, alla scoperta di modi di dire e chicche della cultura parigina.
Bon appétit opsss lettura!

This content is imported from Instagram. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi