La Valletta a Malta capitale europea della cultura 2018 (e della movida DA SEMPRE!)

C'è il posticino dove fare merenda, quello dove scattare indimenticabili Polaroid, la spiaggia dove tirare l'alba...

image
Rueben Farruggia su Unsplash

A 80 km dalla Sicilia, 284 dalla Tunisia e 333 dalla Libia, La Valletta a Malta è uno degli stati più piccoli ma più popolati al mondo. Un arcipelago del Mediterraneo situato nel canale di Malta, La Valletta è stata eletta capitale europea della cultura del 2018, ma per noi è e sarà sempre la capitale della movida di viaggi post-adolescenziali, di fughe-lampo da innamorati-lampo, di viaggi indimenticabili con famiglia al seguito. Sì, ci siamo innamorati di tutte le cose da vedere a La Valletta a Malta e vi spieghiamo il perché in #10 chicche mooolto (poco) turistiche…

Rueben Farruggia su Unsplash

Cattedrale di San Giovanni = visitare La Valletta partendo dalla storia. L'edificio religioso più prestigioso e opulento da vedere a Malta è la Cattedrale dedicata a San Giovanni Battista. Costruita, naturalmente, dai Cavalieri dell'Ordine di Malta, tra il 1572 e il 1578, per ordine del Gran Maestro Jean de la Cassière. Anche se, c’è da dire, la facciata sembra più un forte che una chiesa…

Museo Nazionale di Archeologia di Malta = il museo de La Valletta da visitare assolutamente. È ospitato nell'edificio barocco dell'Auberge de Provence e, costruito nel 1571, presenta una mostra di reperti che vanno dal neolitico al periodo della dominazione fenicia (400 a.C.). Pugnali di bronzo, la Venere di Malta, oggetti del periodo preistorico… Polaroid alla mano, please!

Forte di San Elmo = in cima alla la guida turistica de La Valletta. Affacciato sul mare, dalla punta della penisola di Sciberras sorge il Forte di San Elmo. Uno dei più importanti durante il Grande Assedio di Malta nel 1565, quando gli Ottomani invasero l’isola di Malta e assediarono il forte. Tuttavia, i 28 giorni in cui resistette al sito furono vitali per i difensori di Malta, poiché permisero che i rinforzi inviati dalla Spagna arrivassero in tempo.

Valentin Salja su Unsplash

Il Museo nazionale della guerra = la storia de La Valletta in un edificio. Ospitato in alcuni dei locali situati all’interno del Forte, il museo nazionale della guerra offre un percorso tematico sulla storia di Malta che va dalla preistoria fino ai giorni attuali. Il Museo è diviso in sette grandi aree e organizzato per spiegare le varie vicissitudini della storia maltese.

Fontana di Tritone a La Valletta. Situata alle porte della città, la fontana di Tritone si trova in una piazza che è stata ampliata ad hoc per l’evento della Capitale Europea della Cultura 2018.

L'Auberge de Castille a La Valletta. Costruito nel 1570 per ospitare i cavalieri dell'Ordine di San Giovanni, l’edificio fu completamente ricostruito nel 1740 in stile barocco. Definito “l'edificio più bello di Malta”, ora ospita l'ufficio del Primo Ministro.

Upper Barakka Gardens = splendido panorama sul porto de La Valletta e le penisole Senglea e Vittoriosa. I bambini adoreranno lo sparo del cannone di mezzogiorno, voi, invece, riporterete indietro il tempo al famoso assedio dei Turchi.

Foto di Micaela Parente su Unsplash

Nuovo Parlamento di Malta = La Valletta e Renzo Piano = <3. Disegnato dall’architetto Renzo Piano, il Nuovo Parlamento di Malta è uno degli edifici più moderni che fanno parte del progetto “Valletta city Gate”.

Is-Suq tal-Belt = ovvero dove mangiare a La Valletta. Noto anche come “il mercato coperto”, il Is-Suq tal-Belt di La Valletta è un mercato del XIX secolo. Primo edificio a Malta costruito per lo più in ferro, fu gravemente danneggiato durante la Seconda Guerra Mondiale, ma ha ha riaperto i battenti da poco. Fiondatevi!

Valletta waterfront = per ammirare e scattare tutte le spiagge de La Valletta. Questa parte di Malta e della Valletta è davvero sublime a livello paesaggistico, l’attracco delle grandi barche e la quantità di locali colpisce qualsiasi visitatore. Anticamente sede degli antichi magazzini del porto, oggi il Valletta waterfront è il culmine della movida.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi