Cosa vedere a Sorrento in 2 giorni (per scordarsi del mondo all'esterno)

Il piatto (ma anche due...) di spaghetti totemici, la caletta dove assopirsi al tramonto, il cocktail bar verace...

image
Alicia Steels su Unsplash

Torna a Surrientu o visitala per la prima volta. Perché, tra delizie al limone e delizie degli occhi (dalle calette nascoste alle spiagge d’oro), una visita a Sorrento è un’esperienza verace, raffinata, avventurosa ma soprattutto un road trip da fare SENZA procrastinare. Maaa... Sorrento, dove si trova = un po’ di storia & geografia, pleaseee. Sorrento è una cittadina abitata da circa 16 mila abitanti che si trova all'estremità della Penisola Sorrentina, nel territorio della Città Metropolitana di Napoli. La distanza Sorrento-Napoli è di circa 47 chilometri e le due città sono collegate da una ferrovia, la Circumvesuviana, oltre che da una strada statale, la SS145.

Voilà una visita guidata delle principali attrazioni della costa sorrentina e amalfitana.

Ihor Malytskyi su Unsplash

Cosa vedere a Sorrento in due giorni = preparate una mano per la cartina e l’altra per un babà gigante. Cuore di Sorrento, il centro storico racchiude come uno scrigno la maggior parte dei tesori del posto. Il Duomo e la Basilica di San Francesco sono le principali chiese cittadine, mentre una delle cose da vedere a Sorrento è il Museo Correale, in cui sono custoditi ed esposti reperti di tutte le epoche, dalla Magna Grecia al Medioevo, fino a una splendida collezione di porcellane di Capodimonte e di cristalli di Boemia. Spostandosi a piedi tra le strade cittadine, tra negozi di souvenir, mercatini caratteristici e boutique di artigiani, è possibile raggiungere il Vallone dei Mulini, una splendida attrazione di Sorrento città. Si tratta di una gigantesca fenditura nella roccia creatasi circa 35mila anni fa, determinata dall'erosione del tufo ad opera delle acque e così chiamata per la presenza di un antico mulino, attivo fino ai primi anni del ventesimo secolo.

Ernest Porzi su Unsplash

Le spiagge a Sorrento = preparate pinne, fucili ed occhiali. Dalla centralissima piazza Tasso, dedicata al grande scrittore della Gerusalemme Liberata originario proprio di Sorrento, si arriva in pochi minuti alle più celebri (e affollate) spiagge della costiera sorrentina. Marina Grande è un piccolo borgo marinaro in cui è racchiusa una baia-gioiellino. Poco distanti, verso il cuore di Sorrento, sorgono una serie di stabilimenti come i Bagni Salvatore, il Leonelli's, Marameo Beach e Peter's Beach. Quasi interamente occupata dal porto turistico è invece Marina Piccola, dove una spiaggetta formato mignon delizierà occhi e abbronzatura.

Sorrento di sera = preparate a salutare la bilancia per un po’. Ristoranti, panifici, gastronomie, baretti, cocktail bar… animano la movida sorrentina. Le specialità sono quelle tipiche della cucina marinara campana, una fra tutti: gli spaghetti alla Nerano. Dopo cena, ovviamente, d'obbligo un bicchierino di limoncello, il delizioso liquore locale ottenuto dalla lavorazione dei limoni di Sorrento IGP. Cosa fare a Sorrento di notte? Il Fauno, a piazza Tasso, è forse il locale disco più celebre di tutta la Costiera. Ed è proprio qui che si esibiva un giovanissimo Lucio Dalla, che a Sorrento avrebbe composto uno dei suoi successi più famosi, Caruso. Altri locali totemici? Il Gocce di Capri Pool Club, il Tiffany Club e il Filou.

Getty Images

Cosa visitare a Sorrento e dintorni = preparate sneakers fenomeno e Polaroid. Sorrento si trova a breve distanza da tutte le altre celebri località della Costiera Amalfitana e della Penisola Sorrentina. Sono tutte raggiungibili in meno di un'ora da Sorrento: Amalfi e Positano, con le loro meraviglie naturali e architettoniche, sono raggiungibili comodamente in autobus, così come le altre cittadine a picco sul mare, come Meta, Massa Lubrense, Vico Equense e - sul fronte salernitano - Maiori, Minori, Ravello e Vietri sul Mare. L’escursione da NON rimandare? Quella a Punta Campanella, zona protetta dal 1997, che si spinge nel mare in direzione di Capri e che delimita il confine naturale tra Penisola Sorrentina e Costiera Amalfitana.

Jorge Zapata su Unsplash
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi