La guida pratica per organizzare la luna di miele da soli (e non ci pensiamo più)

Futuri sposini di tutto il mondo, questi 5 punti semplificano il viaggio di nozze d-e-f-i-n-i-t-i-v-a-m-e-n-t-e.

image
Andreas Rønningen on Unsplash

Non bastasse lo stress dei preparativi del matrimonio. L’ansia che ti divora alle prove vestito. Non bastasse nemmeno un litigio a testa con wedding planner, fiorista, sartoria, damigelle e testimoni, impazzire dietro gli invitati che hanno le loro paranoie (sempre prima delle tue, chissà come mai). La dieta rigida perché arrivare al giorno delle nozze sgonfia e luminosa è un mantra (mannaggia a Kate Middleton, pioniera dello splendore discreto). No, non è sufficiente tutto questo. Dopo il matrimonio c’è il problema di come organizzare il viaggio di nozze e anche qui sono dolori. Perché ok, siete solo voi due, gli sposini novelli, ma pianificare un viaggio non è mai una passeggiata OPS. Chi ama la montagna, chi ama il mare, chi vuole l’avventura, chi è un animale cittadino da comodità assortite. Vi siete sposati perché vi amate tantissimo, avete superato le differenze suddividendo le mete delle varie vacanze trascorse insieme, ma vi ritrovate all’improvviso catapultati in un film di Carlo Verdone. A dover incastrare le necessità di entrambi per la luna di miele, dove le discussioni non dovrebbero essere ammesse ma non è permesso nemmeno sbagliare. Ma si può organizzare il viaggio di nozze da soli senza perderci la testa o rimetterci la relazione? Sì. La risposta è sì. La Guida alla luna di miele, pubblicata da Lonely Planet (EDT), esemplifica tutti gli impegni improrogabili per non ritrovarsi col viaggio sbagliato tra le mani.

#1 Per un pugno di euro (aka il portafoglio). Prima ancora di scegliere i fiori del bouquet, visto che al matrimonio ci si pensa per tempo, stabilite il budget e il periodo in cui volete viaggiare per la luna di miele. Non sarà romantico, ma il pragmatismo lungimirante è indispensabile. Vi evita di restare a secco sulla carta di credito dopo le esagerazioni nelle mete di lusso per la luna di miele, o di calcolare male gli spostamenti costringendo a rimodulare (o peggio accorciare) il viaggio. Extra tip: niente liste nozze vecchio stile, optate per farvi finanziare il viaggio di nozze. Darà ossigeno al vostro conto in banca e sarà un regalo meraviglioso. Mete low cost consigliate: Marocco, Portogallo, Cambogia, Sudafrica, Croazia.

#2 Che tempo che fa(rà). Dal budget di partenza capirete anche quanto e quando potrete stare in giro. Tradotto: se il tempo è poco, meglio non sobbarcarsi viaggi lunghi ma trovare alternative validissime a poca distanza. Con un occhio attento al meteo e ai fuori stagione: sposarsi in primavera è meraviglioso nell’emisfero boreale ma in quello australe potrebbe trasformarsi in un incubo. Se amate il freddo valutate bene precipitazioni e nevicate. Eviterete di trovarvi in mezzo alla stagione delle piogge dall’altro capo del mondo, maledicendo il momento in cui non vi siete informati bene su monsoni&co. Farsi funestare il viaggio di nozze da una settimana ininterrotta di nuvoloni anche no, vero? Mete non convenzionali: Indonesia, Borneo, Islanda, Giordania, Nepal.

STIL on Unsplash

#3 Un giorno tutto questo compromesso ti sarà utile. Organizzare il viaggio di nozze può essere anche un gioco: il test all’interno del libro che vi aiuterà ad orientarvi in base ai gusti, aiutandovi anche a trovare l’incrocio che soddisferà le esigenze di entrambi. Chi ha detto che non esista il compromesso perfetto tra un giro sulle rapide e il tramonto sulla città visto in cima ad un grattacielo? E attenzione: niente sacrificiestremi. Il viaggio è di entrambi, va goduto da tutti e due. Assecondate le rispettive inclinazioni a vicenda, cercando di venirvi incontro in tutti i sensi. Mete top per accontentare tutti: Spagna, Giappone, Australia, Canada.

#4 Fuga per sposarsi all’estero (e restarci). E se la luna di miele fosse un prolungamento reale del matrimonio? Fisicamente, intendiamoci. È un’opzione validissima, richiede soltanto un po’ più di informazione sulla burocrazia e i certificati da preparare per rendere il matrimonio valido in Italia. Sposarsi all’estero può essere un modo per sfoltire sia la lista degli invitati, sia per avere un punto di partenza diverso per il viaggio di nozze. Per dire: se vi sposate a Los Angeles, le Hawaii sono molto più vicine da raggiungere, no? Mete per sposarsi all’estero: Stati Uniti, Fiji, Bali, Thailandia.

#5 Dormire, sì ma dove? È inevitabile: un viaggio di nozze a tappe vi spingerà a paragonare il posto che avete appena lasciato con quello dove siete approdati. E a farne le spese saranno sicuramente gli hotel, croce e delizia di ogni avventura che si rispetti. Perché va bene essere spericolati, ma dormire bene è importante per godersi davvero la luna di miele. Sceglieteli con cura, magari riservandovi un paio di notti deluxe come ultimissima tappa prima di ripartire (belli rigenerati). Mete di lusso sfrenato: Svezia, Caraibi, Polinesia, St. Vincent & Grenadines.

Sweet Ice Cream Photography on Unsplash
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi