Roma città capitale (dei 7 peccati capitali): tour MOLTO peccaminoso

Si dorme (quasi) in una terrazza alla Sorrentino, si divorano bucatini ascoltando IL jazz, si fa l'amore in spiaggia a Sabaudia. Andiamo avanti?

image
Photo by Braden Collum on Unsplash

Tutto questo era troppo. Tutto questo ci aspettava a Roma. In anni orrendi per la città più bella del mondo, la soluzione che proponiamo è la più classica - quanto da riscoprire: prendete un treno, la vostra migliore amica, il vostro miglior fidanzato, le vostre migliori intenzioni e concedetevi un weekend a Roma di inizio estate. Il Made in Italy si supporta così: concedendosi grandissimo lifestyle made in Italy. Cosa fare a Roma in 48 ore di guilty pleasure? Tradurre i 7 colli romani in 7 vizi capitali, è la CAPITALE che ve lo chiede.

Courtesy Photo

SUPERBIA. Cosa ci hanno insegnato i romani in quei sussidiari consumati dai sogni? Che sdraiarsi, mentre il sole cala e il vino bagna le labbra, è il più sublime dei mondi possibili. Quindi partiamo dalle certezza: optiamo per un hotel con suite guarnita da terrazza “alla” Sorrentino lontana da occhi indiscreti. L’Alpeh Hotel, nato in quella che fu una banca (nel caveau vi attende la spa), è oggi un peccato di superbia gentile. La hall in marmo chiarissimo è un tuffo nel passato (ma senza polveri e pesantezza), il dehor regala una delle piscine più intime e piacevoli di Roma, le camere con terrazzo racchiudono notti a guardare le stelle su alcove dondolanti, il ristorante cela tradizione romana e delicatezza gourmet.

Courtesy Photo

AVARIZIA. Roma è la città peggiore dove vivere in Italia? Okay, allora a tutti quelli che credono in questa frase dedichiamo il tour della Roma gratuita dove i musei sono a cielo apertissimo, il verde esplode in angoli imprevisti, trecce di edera sono stese nelle notti di Trastevere, e l’alba al Pincio è il bacio che ricorderete per la v-i-t-a. Ps. E si domanda l'avaro: "dove vanno le monetine che buttiamo nella Fontana di Trevi"? Risposta.

Unsplash.com

LUSSURIA. No, non si parla di lusso anche se il luogo che stiamo per presentarvi lo racconta in toto: stiamo parlando di lussuria, quella che si cela dietro al più sensuale simbolo animale, il serpente. Luogo dove peccare, investire, scoprire? Il curiosity shop di Bulgari, vetrina del passato della maison, racconti di celebs e opere d’arte immersive.

Photo by Cristina Gottardi on Unsplash

INVIDIA. Chiunque metta piede a Roma peccherà di invidia sordida perché la città che nessuna giunta comunale, sfida sociale, rivoluzione personale riesce a cambiare rimane la più inimitabile du monde. Possono provarci in ogni angolo di mondo (tipo Las Vegas dove un finto Colosseo abita la Strip) ma come lei nessuna mai: e anche chi è nato a Firenze, lavorato a Milano ha scelto di vivere a Roma per un ottimo motivo (questa è la storia di Cecilia che ha capito tutto nella vita).

Photo by Théo Roland on Unsplash

GOLA. Cosa possiamo dire senza cadere nell’ovvio? Che la pasta alla gricia dovrebbe ottenere subito la sua giornata nazionale. Che il pecorino con le fave dovrebbe essere consumato su qualunque terrazza di qualunque pianeta. Poi ci sono questioni che fanno parte del puro lifestyle: ovvero guida ai ristoranti romani dove assaggiare piatti stellari con sottofondo jazz di super ricerca. Prima di partire per un viaggio romano, prego, rileggere il profilo di chi ha cambiato il modo di mangiare a Roma, queen Cristina Bowerman. E qui non aggiungiamo altro.

IRA. Non essere a Roma ogni maledetta domenica (e lunedì, martedì, mercoledì...)

ACCIDIA. Pecchiamo di accidia pura, svernando su spiagge snobbissime lontani dalla Roma frenetica. Direzione Sabaudia che, con quel richiamo della new wave italiana, è diventata la meta per nostalgici del 1986/87/88 etc. C’è poi un polmone verde per tutti quelli che restano in città il weekend: la Casina Valadier è una chicca di Villa Borghese, che per tutta l’estate (dal 14 giugno al 1 settembre) ospita la personale dello statunitense Seward Johnson, fatevi stupire dalle sculture in bronzo della serie Celebreting the Familiar, opere iper-realistiche immerse nel verde romano.

Courtesy Photo
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi