image
Jean Picon

Basilea è la terza città più grande della Svizzera e, grazie alla sua vicinanza a Francia e Germania, ha un forte senso della propria identità. Colorata, vivace, tumultuosa. La perfetta dimora di fiere d’arte, musei pionieristici, festival avant-guarde e artisti contemporanei da tutto il mondo. Sono in molti a dichiarare con fermezza che Basilea è la città migliore non solo della Svizzera (ci dispiace Lugano e Zurigo), ma anche del mondo, per il suo elevato stile di vita e le molteplici opportunità che offre nel campo professionale (e non solo). Noi, spinti da curiosità e sete di novità, vi abbiamo fatto un salto. Ci siamo fatti contagiare dalle vibrazioni artistiche di questa città affacciata sul Reno e abbiamo concluso che – senza ombra di dubbio – questi sono i veri e più che validi motivi per visitarla almeno una volta l’anno. Ma anche di più.

Basilea è l’Eden dell’arte contemporanea

Courtesy photo

I cittadini di Basilea amano l'arte. Non è un modo di dire, ma un vero statement bello e buono. Nel 1967, la città votò per acquistare alcuni dipinti di Pablo Picasso. Quando il famoso pittore spagnolo lo scoprì, fu così toccato che donò tre delle sue opere alla città, senza alcun costo. Questo è solo un anticipo di tutta l’influenza artistica che caratterizza Basilea da decenni. L’amore per la storia, la cultura e l’arte è tangibile nei numerosi musei, come il Kunstmuseum, il Vitra Design Museum, lo Schaulager. E poi ci sono le fiere di settore, fra cui spicca certamente la celebre Art Basel, nata nel 1970. La piazza in cui si ritrovano artisti e anche billionaire, imprenditori e uomini d’affari internazionali, intenti a contrattare prezzi di opere d’arte per cifre da capogiro.

Art Basel 2018 si è tenuta lo scorso giugno e per una settimana era impossibile camminare per le strade di Basilea senza incappare in un’opera d’arte. Oltre a 3000 stand che ospitano le gallerie più importanti del mondo, vengono anche proiettati documentari e film d’artista, sono disponibili magazine, libri di design e stampe d’autore. Ci sono installazioni e performance. Art Basel è il Paradiso Terreste di chi fa dell’arte e cultura il proprio mantra. Come ogni anno, La Prairie, il brand di skincare di lusso svizzero, ha collaborato con un giovane artista emergente in occasione di Art Basel, e ha lanciato la nuovissima versione dell'iconica Skin Caviar Luxe Cream.

Dopo il grande successo dello scorso anno, per Art Basel 2018 La Prairie ha affiancato una giovane promessa del design, Manon Wertenbroek, 27enne di Losanna, la quale ha realizzato, proprio con La Prairie tre opere d’arte contemporanea, ispirandosi alla grande Niki de Saint Phalle. Mrs. De Saint Phalle rappresenta un’influenza artistica cardine per La Prairie: è stato infatti proprio il blu cobalto utilizzato dall’artista francese (1930 - 2002) nei suoi capolavori ad ispirare il brand e adottarlo come tonalità iconica e distintiva di Skin Caviar Collection più di 30 anni fa. Proprio al suo lavoro si è ispirata Manon Wertenbroek, diplomata in Arte della Fotografia all’Università di Arte e Design (ECAL) a Losanna nel 2014, ha creato tre opere come contributo al lusso, all’estetica e alle tecniche moderne e tecnologiche di La Prairie.

“Siamo entusiasti di collaborare con Manon ad un progetto così isipirazionale. Il suo lavoro è contemporaneamente attuale e senza tempo. Attraverso le tre opere che ha creato per noi, l’utilizzo del blu cobalto è straordinario e ci ricorda del legame con de Saint Phalle, un’artista femminista e cosmopolita, che si stabilì in Svizzera per dedicarsi al proprio lavoro. L’energia che scaturisce dai 3 lavori di Manon, un’artista svizzera del XXI secolo che si sta creando il proprio spazio nel modo dell’arte contemporanea, è una vera ispirazione per noi”. Sono le parole di Patrick Rasquinet, presidente e direttore esecutivo di La Prairie che ha poi aggiunto: “Art Basel è il luogo perfetto per rappresentare questo straordinario scambio. Infatti, noi siamo lieti di proseguire la partnership con Art Basel, che crediamo essere un abbinamento naturale, espressione del collegamento intrinseco di La Prairie con il mondo dell’arte”.

Art Basel 2018, Manon Wertenbroek for La Prairie

Basilea è la città linguisticamente più affascinante del mondo

Motivo numero 2 per visitare Basilea. Basilea è una città bilingue, in quanto molto vicina sia alla Francia che alla Germania. 2 in 1, come si suol dire. Pertanto, soggiornare una settimana a Basilea equivale a fare due corsi di lingua intensi. Una manna dal cielo per chi, come noi, crede nel valore della multiculturalità. Ma lingua non è solo linguaggio: è anche letteratura. A Basilea sono nati e vissuti molti scrittori, poeti e letterati del Novecento (Otto von Greyerz, Rudolf von Tavel, Simon Gfeller sono solo alcuni nomi per chi desidera approfondire). Musicisti, cantautori, cantati e rock band negli Anni 70; tra i più famosi Polo Hofer e Peter Reber. E persino cabarettisti.

L'International Literatur Festival, ogni novembre, anima la città svizzera con eventi interamente dedicati alla letteratura, workshop e talk. Basilea città della cultura, serve altro per amarla?

A Basilea il sole splende circa 300 giorni l’anno

Basilea vanta un clima temperato da gennaio a dicembre: è il luogo ideale in estate, autunno, inverno e primavera. E no, non è un modo di dire. Le rive del Reno diventano una destinazione molto popolare per chi desidera sfuggire al freddo o al troppo caldo, durante il corso dell’anno. E, meteo a parte, la città “benedetta” da circa 300 giorni di sole ogni anno solare è quindi uno dei luoghi dove si può godere di maggiore salute psico-fisica e di felicità. Verificato e approvato. I raggi del sole, infatti, stimolano la melanina e rendono la pelle più elastica, sana e bella. Allo stesso tempo, più luce = più serenità dello spirito. Fare un salto a Basilea, insomma, tra una mostra d'arte e l'altra, è anche un toccasana per la nostra skincare e per la nostra anima.

Vuoi conoscere più da vicino il mondo La Prairie? Scopri la profumeria più vicina a te e consulta il calendario per il tuo appuntamento con il lusso!

Segui La Prairie su Facebook e Instagram

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi