C’è ancora tempo - ed è quello bello bello - per sciare fuori stagione e godersi la neve. Neve primaverile = giornate più lunghe, tintarella assicurata e, soprattutto, meno gente che vuol dire meno caos e zero stress. Il lusso dei lussi è fuggire fuori stagione alla ricerca dell'ultima neve. La meta? Facile. Courmayeur ovviamente. Qui le piste restano aperte fino al 22 aprile (quindi sciate a Pasqua assicurate) e c'è tutto il tempo per godersi il paesaggio mozzafiato del Monte Bianco (solo qui lo si può accarezzare con lo sguardo e perdersi in ogni suo dettaglio).

Organizzare qualche giorno tra queste vette innevate vuol dire rigenerarsi, staccare dalla routine quotidiana, godersi momenti di assoluto relax. A Courmayeur le attività da fare sono tantissime: sciate in tranquillità, passeggiate nella natura, spa rigeneranti, cucina gourmet, eventi e feste all'insegna della tradizione e persino yoga ad alta quota.... Ma tutto a ritmo lento. Se avete voglia di staccare, nessun luogo (e momento) è migliore di questo.



Sciare godendosi l'ultima neve


Courtesy Photo

Immersi nel silenzio dei valloni alpini, lontani dal caos dell'alta stagione, si scia in tranquillità, godendo di ogni curva e pendio. Ci sono oltre 5o km di piste da mito per tutti i gusti raggiungibili con le funivie: Plan Checrouit e val Veny, il tracciato dello Youla con la sua cabinovia dal sapore antico, le placide discese di Plan de la Gabba, le gobbe della Bertolini, la verticalità del Gigante o della Direttissima. Su queste piste però non si scia soltanto. Le attività possono essere molteplici e adatte a tutti i livelli di preparazione: dall'adrenalinico heliski e le discese di ripidi pendii innevati, alla celebre traversata della Vallée Blanche, un luogo rinomato per la bellezza e maestosità costituito da 18 km tra guglie granitiche, crepacci e seracchi mozzafiato, ma ci sono proposte anche più slow. Fat bike, e-fat bike, snow bike, ciaspolate in Val Ferret, o lo sleddog che vi farà provare l'emozione di condurre una muta di cani da slitta immersi nella natura.


Pausa gourmand a km 0


Courtesy Photo

Dopo lo sport e qualche pausa fotografica per instagrammare ogni dettaglio di questo paradiso di ghiacci e granito, quello che serve è una sosta gourmand. L'offerta a Courmayeur è variegata: non mancano infatti il buon cibo e il piacere dello stare a tavola. Il territorio custodisce non solo prodotti di eccellenza, ma anche i segreti di un savoir faire millenario che si è tramutato in alta cucina. Polenta con formaggi locali, selvaggina e carbonada, zuppe di cereali... e ovviamente un calice dalla tradizione enologica della Valle come il Blanc de Morgex et La Salle (ha la DOC più alta d’Europa). Dulcis in fundo il goloso Monte Bianco con marroni, cacao e panna montata accompagnato da un assaggio della grappa locale o del génépy, un liquore ottenuto dalla macerazione in alcool di artemisie alpine.


Una proposta "attiva"


Tra gli appuntamenti imperdibili se si trascorre la Pasqua a Courmayeur c'è la Foire de la Paquerette, la fiera dell'artigianato che si svolge nella giornata di Pasquetta e che riempie le strade del centro con oltre 300 bancarelle che espongono il meglio dell’artigianato locale. L’apertura ufficiale della fiera è all’insegna dei balli e della musica con la sfilata della Banda musicale Courmayeur-La Salle, accompagnata dagli immancabili Beuffons e dal gruppo folkloristico Les Badochys.


L’archetipo del benessere


Courtesy Photo

A Courmayeur il benessere del corpo e delle spirito sono di casa, c'è l'imbarazzo della scelta. Un soggiorno presso l'incantevole Auberge de la Maison è la scelta perfetta ad esempio per un week end all'insegna del relax. Il suo centro benessere Spa Maison d’Eau è
un gioiello di rara bellezza: musica rilassante, essenze montane profumate, trattamenti alpini da white carpet e percorsi personalizzati come la biosauna al fieno, massaggi, idromassaggi e giacigli di fiori e erbe montane... per non parlare della piscina con cascata montana dove ammirare il paesaggio delle Alpi e dei prati di Entrèves. Un sogno ad occhi aperti.


Pausa olistica ad alta quota


Unsplash

Per rigenerare corpo e (anche) spirito a Courmayeur fino al 30 aprile la domenica dalle 10:30 alle 12 c'è Sunday Yoga. Un appuntamento imperdibile per riprendere contatto con il proprio corpo e ritrovare se stessi grazie alla guida di 3 docenti esperti che vi guideranno alla ricerca del benessere totale.