Dove vanno in vacanze le star è qualcosa che ci interessa ancora?

Mete greche per Tom Hanks e Lindsay Lohan (geniale imprenditrice): le vacanze sulla scia delle celebs è un ricordo 80s o attuale (nonostante IG)?

image
Getty Images

Guardare la cartina della Grecia significa anche guardare la mappa delle star. Perché anche loro, le celebs, sono umane e adorano quella Grecia che a tanti italiani è entrata nel cuore. Non serve, quindi, andare a Los Angeles per scoprire le dimore e le abitudini delle star del cinema e della musica. Basta aprire Google Maps, seguire le dritte che trovate a seguire, e comprare i biglietti giusti per una vacanza in Grecia a caccia di star. Vediamo chi, dove e quando…

Tom Hanks e Antiparos
Ebbene sì, Tom Hanks e coniuge sono in fissa con la Grecia e la loro isola di riferimento, dove hanno casa da anni, è Antiparos. La sorellina di Paros non ha dunque nulla da invidiare alla più grande e nota vicina neanche in fatto di frequentazioni eccellenti. Le sue spiagge sono incantevoli, la vita scorre tranquilla e il buon Tom e la consorte Rita vi trascorrono vacanze e tempo libero entrando, appieno, in quel mood greco che tanto piace e che, ovviamente, la coppia ha deciso di celebrare nel mitico film Il Mio Grosso Grasso Matrimonio Greco. Chi frequenta da anni Antiparos garantisce infatti che Tom e Rita salutino per primi la tipa della gyreria con un nostrano yassou; che frequentino spesso la Taverna Captain Pipinos; che Tom, quando è libero da impegni di lavoro, partecipi alla nuotata che porta dal porto a Pounda e che si svolge ogni anno a luglio.

Tom approvato. Antiparos in wishlist per chi ama star understatement.


Lindsay Lohan e Mykonos
Ebbene sì… l’irrequieta Lindsey si è legata a triplo filo alla Grecia. Il suo Lindsay Lohan’s Beach Club di Mykonos è infatti un vero e proprio caso. E’ una spiaggia, un club ed ora uno show messo in onda da MTV. La 32enne racconta, in questa serie, la sua nuova vita e ospita VIP “made in USA” impegnati a lavorare con lei per fare di questo beach club una meta ideale per le vacanze di lusso. Riuscirà la rossa a togliere luce e fama alle due storiche Paradise e Super Paradise? Molto difficile, ma lei potrebbe farcela. Ma perché si parlava di un “triplo filo” che lega Lindsay alla Terra degli dei? Perché la Lohan non si è limitata ad investire tempo e denaro a Mykonos: Rodi e Atene hanno infatti visto l’apertura di altrettanti nightclub di sua proprietà.

Lindsay Lohan rimandata: Mykonos è già la meta più costosa e ostentata della Grecia. Chissà se ce la farà a restare una stella anche in questa isola altamente competitiva in quanto a show off e nomi altisonanti. La combo Mykonos Lohan è consigliata a chi vuole una party island.

Foals e Karpathos
Come si chiama il cantante di questo gruppo musicale indie? Yannis Philippakis. Un nome una garanzia, Yannis è ovviamente greco e la sua isola è Karpathos. La città Natale, in particolare, è quella Olympos arroccata su una montagna al nord; un villaggio in cui fino a 5 anni fa circa non arrivava neppure la strada asfaltata. Ecco, allora, che Yannis lo si vede spesso in estate in giro a camminare per le strade di Pigadia e Olympos con alcuni membri della band. Un pettegolezzo che circola a Karpathos? Il padre di Yanni va a vederlo a Londra per un concerto sold out e, prima dello spettacolo, gli dice: ”Yanni, mi raccomando non drogarti, bevi raki. Non drogarti, solo raki.”. Per chi non conoscesse il raki è una grappa artigianale Greca, una cosa fortissima che forse, e diciamo forse, è anche peggio della droga.
Yannis Pilippakis approvato, lo si vede infatti seduto a Pigadia al bar Galileo con tutto, tranne che con l’aria della star che vuole essere fotografata. Un vero greco. Karpathos consigliata a chi ama una natura selvaggia e indipendente.

Vladimir Putin al Monte Athos

Che ci crediate o no Putin, tutti gli anni, si reca in un monastero top secret che si trova sul Monte Athos. Il Monte, ovvero una Repubblica Monastica a cui possono accedere solo gli uomini, si trova nella Penisola Calcidica. Ne rappresenta la terza falange e resta saldamente legata alle tradizioni: nessuna donna è ammessa, anche gli animali sono solo maschi (e qui il dubbio è lecito), chi è ospitato deve seguire i ritmi dei monasteri. Sveglia all’alba per pregare e lavorare, a letto presto, niente connessione internet e simili. A Putin, però, sembra concessa qualche deroga: una su tutti la scorta infinita di bottiglie di vino pregiato che vengono appunto consegnate al monastero presso cui soggiorna. Una nota finale: per chi decidesse di visitare il Monte Athos, che offre esperienze indimenticabili a detta di chi lo ha fatto, deve muoversi d’anticipo: ci vogliono circa 6 mesi per avere la richiesta approvata da parte delle autorità competenti.

Putin promosso. Monte Athos approvato e consigliato a chi desidera staccarsi completamente dal mondo. Due tre giorni sono sufficienti.

Leonard Cohen a Hydra.
Ed anche se Leonard Cohen ci guarda oramai dall’alto non poteva mancare una citazione a lui e alla sua Hydra. L’Isola snob del Golfo Saronico, che gli Ateniesi vivono come una nostra Portofino o una nostra Capri, è stata molto amata dal poeta e cantante che qui arrivò nel 1960 per la prima volta. Inizialmente ci soggiornò in affitto, poi acquisto una casa, a lei dedicò, tra le altre opere, il libro Beautiful Losers ambientato appunto a Hydra. Ma come è Hyda? È una perla di 6 chilometri di lunghezza per una larghezza massima di 35 in cui, ancora, ci si muove a piedi o a dorso di mulo. È ovvio che a Hydra non si potrà incontrare Leonard Cohen in carne ed ossa ma, per chi lo ama, qui si potranno respirare le sue opere, le sue ispirazioni, la sua anima.
Lonard Choen, con la sua Hydra, promossi a pieni voti. Hydra consigliata ali anti Lindsay Lohan.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da PORTAMI ALTROVE