Trulllove è il movimento dei millennials che si chiedono dove dormire in Puglia

Rifugi che corteggiano tutte le sfumature del bianco e del legno, ritrovati luoghi del cuore dove i baci profumano di basilico: mini guida ai migliori trulli di cui invaghirsi su Airbnb.

Ostuni
Jonathan Prime

Alici arracanate, Brasciole di pecorino, Capriata di crema di fave. Studiare l’ABC della letteratura culinaria pugliese avvolti nella frescura della pietra a vivo, perimetro della camera da letto (king size) di un trullo sontuoso. Non una semplice soluzione alla non semplice domanda dove dormire in Puglia quest’estate e per fughe last second durante tutto l’anno, ma una mini guida stilata come un romanzo erotico per risvegliare i sensi e le voglie di prenotare un trullo in Puglia. Ritornando alle origini del piacere di una pausa che non conosce solo appartamenti vista bagnasciuga o boutique hotel in pieno centro storico antico, ma masserie, vigneti, distese di ulivi e mandorli sotto il sole e i cieli che sono schermi in 16:9 della Valle d’Itria. Qui, una selezione in punta di cuore dei migliori trulli in Puglia da affittare su Airbnb.

Dove dormire in Puglia = se le cose migliori nella vita sono un’amaca dove fare l’amore al pomeriggio, una pizza con bufala cotta in un forno a pietra, un perimetro di ulivi a perdita di vista, allora immaginarsi al The Trullo Piccolo Residence a Martina Franca è cosa buona, giusta e commovente. Due piscine-lago, due camere da letto che sono due tempi devoti al dio della pietra bianca e un orto dove raccogliere in diretta i pomodorini che appoggeremo delicatamente tra le labbra di chi amiamo.

The Trullo Piccolo Residence
courtesy photo

Dove dormire in Puglia = un baldacchino nuvola sopra di me e la frittata alla menta dentro di me. Potrebbe diventare un nuovo monumento della filosofia contemporanea, ma questo refrain sarà “semplicemente” l’andamento (lento) delle nostre notti al Trullo Mastro Francesco a Ostuni. A una manciata di chilometri dalla città bianca e dalla barriera corallina di Monopoli, cadiamo in tentazione… e in piscina.

Trullo Mastro Francesco
courtesy photo

Dove dormire in Puglia = svegliarsi al pomeriggio tardo, molto tardo, così tardo che il profumo di barbecue è entrato nella nostra stanza per pizzicarci le narici, assicurandoci di ritrovare le energie perse a scegliere quale sia il nostro stile (libero) in acqua. Trullo Sessana a Ostuni riesce a far sillabare Ceglie Messapica persino ai valdostani. P.S. Sentire la mancanza di un letto king size al ritorno sarà solo una delle mille coccole di cui sentiremo la saudade immediata...

Trullo Sessana
Jonathan Prime

Dove dormire in Puglia = sulla cima di una collina, abbracciato da una distesa (10mila metri quadrati…) di ulivi e mandorli, c’è il rifugio della nostra estate. Fra Ostuni e Cisternino, il Trullo Colori del Salento è un’oasi luxury dove i miraggi sono friselle inondate di basilico, ciotole di fichi appena raccolti e cartocci di fritto misto che non conoscono senso di colpa alcuno.

Trullo Colori del Salento
Picasa

Dove dormire in Puglia = la frescura della pietra viva in camera da letto, lì dove le abat-jour sono mini luminarie, i raggi verticali a bordo piscina, lì dove farsi imboccare alberi di ciliegie direttamente dalla sdraio. Come in un museo del design che studia tutte le sfumature del bianco e del legno, il Trullo Fragnite a Ceglie Messapica è il luogo dove prendere la decisione più importante della nostra vita: perdere il volo.

Trullo Fragnite
courtesy photo
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi