Vacanze in Italia, tutto quel che c'è da sapere

Quest'estate la maggioranza di noi starà nei nostri confini. Cinque esperti del settori suggeriscono itinerari e consigli per godersi al meglio le meraviglie dei nostri paesaggi.

baia azzurra and torre crawford in san nicola arcella, calabria italy
Peter AdamsGetty Images

Quest’anno il 90% di chi andrà in vacanza sceglierà il nostro Paese. Una bella occasione, visto che avremo a disposizione mille paesaggi diversi, strutture d’accoglienza di ogni livello e, rivendichiamolo, una vocazione all’ospitalità unica. Lo confermano cinque tour operator, impegnati nella missione “salva estate”

L’emergenza non ne ha intaccato l’appeal, la Sardegna rimane sempre tra le destinazioni più ricercate. A conferma ci sono linee navali ripristinate da Savona e Civitavecchia, e voli Lufthansa e easyJet per Olbia operativi già da giugno. «Un bel segnale», commenta Massimiliano Cossu, titolare di Portale Sardegna, tour operator online sardo al 100%. «È la nostra arma: una conoscenza del territorio capillare e la capacità di dare completa assistenza sul posto. La sfida per l’isola sarà superare il turismo balneare e far sì che l’accoglienza non si riduca a una manciata di settimane estive. Per questo stiamo formando le figure dei Sardinian Local Expert, capaci di accompagnare in attività come le celebrazioni dei Mamuthones a Mamoiada, a pochi chilometri da Nuoro, o lo spettacolo delle Luci Rosse a Arbatax. Anche se confesso, il luogo del cuore per me rimane Cala Mariolu, nel Golfo di Orosei: quanti sanno che è stata premiata come una delle spiagge più belle al mondo?». Sicurezza è la parola chiave: «Abbiamo messo a punto il progetto Home to Home, in modo che chi arrivi in macchina possa seguire un percorso preferenziale dal traghetto al proprio alloggio. Con mille appartamenti e ville sanificati in tutta l’isola».

La voglia di orizzonti aperti e di un turismo locale e rurale sarà una delle tendenze dei prossimi mesi. A sostenerlo è Gianluca Rubino, amministratore delegato di Kel 12, tour operator che ha in catalogo i viaggi targati National Geographic Expeditions. «Anche noi abbiamo focalizzato l’attenzione su proposte italiane, ma a modo nostro, mantenendo l’impronta di avventura e scoperta. Stiamo studiando percorsi meno battuti in regioni come la Calabria, che può svelare fantastiche sorprese. E abbiamo messo a punto cinque itinerari in Valle d’Aosta, alla scoperta del Parco Nazionale del Gran Paradiso e delle valli attorno al Monte Bianco». Meglio in pochi: «La filosofia che da sempre ci caratterizza in questo momento risulta vincente: proponiamo viaggi per piccoli gruppi, di massimo 16 persone, privilegiando destinazioni poco inflazionate. Forse è arrivato il momento di premiare chi non sposa le logiche del turismo di massa». Il voucher di 500 euro da utilizzare in strutture nazionali è uno strumento utile, ma purtroppo non riguarderà tutti. La quasi totalità dei tour operator sta puntando su date di partenze e prenotazioni estremamente flessibili, che permettano di posporre le vacanze anche di un anno, senza alcuna penale. «Però va detto che difficilmente nei prossimi mesi ci si potrà avvalere di offerte stracciate, perché il turismo low cost ha bisogno di grandi numeri e per mantenere le dovute tutele di sicurezza spariranno i voli stipati o i pullman da cento persone. Purtroppo, alcune strutture non potranno riaprire e il volume dell’accoglienza potrebbe diminuire. Meglio organizzarsi per tempo, piuttosto che sperare in soluzioni last minute miracolose». Nulla intanto vieta di pensare a un grande viaggio per i mesi che verranno, da novembre in poi.
«Se dovessi suggerire quello della vita, mi viene in mente la Riserva di Moremi in Botswana, un’area naturale protetta in cui ho pensato di trovarmi in paradiso».

C’è chi non rinuncia a viaggi in sintonia con le proprie passioni, magari in compagnia di un esperto. Chi ne ha fatto un vessillo è I Viaggi di Maurizio Levi, come spiega la managing director Francesca Lorusso: «Siamo specializzati in viaggi tailor-made, su misura per una clientela selezionata. I nostri viaggi riguardavano soprattutto l’estero, ma da noi ci si aspetta un piano B non banale anche sull’Italia. Un po’ di esperienza l’abbiamo fatta in passato con itinerari in Campania focalizzati sul’esplorazione di siti archeologici, una nicchia nella nicchia. Quest’estate l’abbiamo abbinata alla navigazione, per cui si veleggierà lungo le coste del Cilento, sbarcando per visite guidate al Parco Nazionale di Paestum». La presenza di uno studioso o di uno scienziato è il valore aggiunto di chi è in cerca di esperienze diverse. «Un percorso sulla via della Transumanza, dalla Maiella attraverso il Molise sino a Matera, è un’autentica avventura antropologica», prosegue Francesca. «Anche esplorare l’Etna con un vulcanologo è un evento arricchente. Lo slancio dopo la chiusura sarà verso la pura natura, si avrà voglia di luoghi incontaminati. Quando si potrà, suggerisco l’Islanda , o una zona desertica. In qualche modo anche le nostre sensazioni sono state messe in quarantena, per cui ben vengano vacanze che mettono al centro i colori, i profumi, i sapori. Viaggiare non sarà un’esigenza prioritaria, ma una necessità dello spirito sì». Il consiglio in questo momento è privilegiare per quando possibile i voli di linea, perché offrono maggiori tutele in caso di blocchi del traffico. «Noi seguiamo questa politica, in questo modo siamo riusciti anche a gestire tutte le criticità dei nostri clienti sorpresi all’estero dal lockdown».

«Da una ventina d’anni ormai promuoviamo vacanze attive, itineranti, studiando nei dettagli percorsi in bicicletta e trekking calibrati sulle esigenze più diverse». A parlare è Pierpaolo Romio, titolare di Zeppelin e Girolibero. «Il turismo slow e sostenibile è una tendenza in piena espansione, mai come adesso di grande attualità. L’Italia offre percorsi meravigliosi, dal Sentiero degli Dei in Campania alla Via Francigena, specie nei tratti della Toscana».

Bellezza in bicicletta «Forse è proprio questo il momento adatto per sognare modi di vacanza alternativi: le assicuro che le nostre flotte di due ruote aspettano scalpitanti. Per chi ha timore che un tour in bici sia troppo impegnativo, l’invito è a provare con la pedalata assistita, che ormai rappresenta il 20% della nostra dotazione. Stiamo individuando percorsi in Toscana, Veneto, Puglia che offrano a ogni tappa strutture gradevoli e sicure». Un’opzione che sta facendo adepti è il viaggio in camper, «che sembra conciliare libertà e privacy». Una valida alternativa, specie in famiglia, viene dalle crociere fluviali in house-boat, popolari in Francia e Olanda: «Ne proponiamo da Chioggia che arrivano alla laguna di Marano, alla foce del Tagliamento, tra paesaggi unici e assoluto relax».

L’impegno è: «far rimanere gli italiani nei nostri confini, dopo averli portati in tutto il mondo». A dirlo è Angelo Cartelli, direttore commerciale di Eden Viaggi, brand affiancato a marchi come Alpitour e Francorosso. Tra le destinazioni nel mirino dei vacanzieri, Cartelli individua sicuramente il Salento, dove Eden è presente ad Alimini, a pochi chilometri da Otranto, in prossimità di un’oasi naturalistica protetta. «Ma dallo Ionio all’Adriatico, tutto il territorio della Puglia offre un patrimonio importante di paesaggi, cultura, food, accoglienza aperta e gentile. Da romagnolo, permettetemi anche di giocare in casa: il litorale dalla Romagna alla Marche è una promessa mantenuta, ma l’entroterra è cresciuto enormemente, basti pensare al turismo enogastronomico seguito al recupero dei vitigni tradizionali».

Si vorranno garanzie maggiori. «Per questo nelle nostre strutture alberghiere all inclusive Voihotels ci saranno cabine mediche in grado di effettuare controlli puntuali, con il supporto di personale medico presente nelle 24 ore». È probabile che le prossime vacanze saranno più brevi: «Infatti stiamo studiando soggiorni più corti, 2-3-5 notti al posto della settimana canonica», conferma Cartelli. E per il futuro? «Non esiste luogo al mondo che non valga la pena di essere visitato.
Appena si potrà, consiglierei a chi ha conosciuto l’Occidente di andare verso Oriente, e viceversa. Stiamo studiando belle novità in entrambe le longitudini».

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi