Dal mare alla montagna: la vacanza italiana è all'insegna del lusso sostenibile

Lo raccontano le donne dell'hôtellerie che dirigono resort, tenute e châteaux in Alto Adige e in Toscana, sulla costiera amalfitana, in Puglia e a Palermo.

palazzo avino
Courtesy Photo

Resort di lusso, palazzi storici, châteaux di classe. La vacanza italiana parla di accoglienza raffinata, sostenibile e soprattutto guidata da donne che dall'Alto Adige alla Toscana, dalla costiera amalfitana fino a Palermo ti accolgono con charme e femminilità.

Mamma e maestra

Rossella Cerea con la madre Bruna.
© Fabrizio Pato Donati

«Tutto quello che so del mio mestiere l’ho imparato dalla mamma». Con la madre Bruna, il padre Vittorio e la sua grande famiglia, Rossella cerea gestisce La Dimora Brusaporto, un relais & chateaux a pochi chilometri da Bergamo: 10 camere immerse in un parco di 10 ettari con vigneto, piscina, tennis, percorso fitness. accoglienza e coccole sono la sua specialità cui ha aggiunto, tra l’altro, un suo tocco femminile: le decorazioni floreali.

In due (anzi 3)

Attilia e Mariella (a destra) Avino.
DANILO SCARPATI

Due sorelle, Attilia e Mariella Avino, due personalità, ma un solo stile che si rispecchia nel gusto e nell’eleganza di Palazzo Avino, il resort 5 stelle di Ravello, arroccato su un promontorio della Costiera amalfitana con vista mar Tirreno (in apertura la piscina). Il testimone glielo ha passato il padre Giuseppe e loro oggi (insieme anche a Maria Vittoria, la terza sorella) dirigono lo storico hotel che proprio per scelta di Mariella ha anche cambiato nome (da Palazzo Sasso a Palazzo Avino), ridisegnando insieme alla madre atmosfera e ambienti. Un team di donne decisamente vincente.

Dolce vita femminile

Fiammetta Maschietto con la figlia Giulia e la nipote Emma nel giardino di Villa Agnelli.
Courtesy Photo

La storia dell’Augustus Hotel & Resort, il 5 stelle con le sue dimore di charme, tra cui Villa Agnelli, nell’elegante pineta di Forte dei Marmi in Toscana, è strettamente legata a quella di Fiammetta Maschietto (qui con la figlia Giulia e la nipote Emma nel giardino di Villa Agnelli). Unica figlia femmina del fondatore Nino, dopo la laurea in Architettura ha dedicato la sua vita agli alberghi di famiglia: gestione e accoglienza. Una storia che continua anche quest’anno che lo storico hotel compie i 70 anni, compleanno che festeggerà coi figli e le tante nipoti, tutte femmine.

Dalla nonna alle nipoti

Nadja (a sinistra) e Claudia Mumelter con la madre Hedwig Gamper.
Nectarandpulse - Saltus

Tre donne, mamma Hedwig Gamper e due figlie, Nadja e Claudia Mumelter, gestiscono l’Eco Hotel Saltus, a San Genesio in Alto Adige, a 1.100 metri, in un bosco di fronte alle Dolomiti. «Qui si vive secondo natura. Perché - spiegano - noi siamo le prime a salvaguardarla». non dimenticando gli insegnamenti della nonna, che per la sua indipendenza costruì il piccolo garni Tschögglbergerhof, oggi Eco Saltus. Un paradiso eco-sostenibile.

Tenuta da autrice

Carmen Moretti.
Courtesy Photo
Sarà perché l’aria l’ha respirata in famiglia, sarà perché la sua formazione l’ha portata a gestire hotel internazionali o perché vanta tra i suoi mentori anche lo chef Gualtiero Marchesi. Certo è che Carmen Moretti, oggi Ceo della Holding Terra Moretti, ovvero degli hotel con le spettacolari tenute dell’Albereta in Franciacorta, de L’Andana e Casa Badiola in Toscana, è una perfetta padrona di casa che sa accogliere gli ospiti con cucina d’autore e design ricercatissimo. Impeccabile.

Sorellanza

Irene (a sinistra) e Lydia Forte nel Brown’s Hotel di Londra.
Courtesy Photo

Lydia si occupa di food & beverage, Irene di wellness. È così che le sorelle Forte hanno aggiunto i loro ri-tocchi nei Rocco Forte Hotels, 15 location sparse in tutto il mondo, 7 in Italia, da Milano alla Sicilia. Alberghi che raccontano una lunga storia familiare, che parte con il nonno Charles, continua con il figlio (loro padre) Sir Rocco e la zia Olga, ideatori della catena dei resort di lusso: il prossimo, Villa Igiea a Palermo, apre a giugno.

Per gioco e per amore

Marie-Louise Sciò.
Susan Mariani

A Porto Ercole, in Toscana, nell’hotel Il Pellicano ha trascorso le estati della sua infanzia. i weekend in campagna si spostava a La Posta Vecchia, a Ladispoli, vicino a Roma, storica residenza acquistata dal padre Roberto da Paul Getty. Poi, dopo la laurea in architettura, quasi per gioco su proposta del padre, ha ristrutturato un bagno. E da allora Marie-Louise Sciò non si è più fermata, aprendo, nel 2019, un terzo hotel: il Mezzatorre a Ischia. cui ha aggiunto ISSIMOISSIMO.COM, piattaforma e-comerce di moda e lifestyle made in Italy. Creatività inarrestabile.

Dimore pugliesi

Camilla Vender Melpignano.
Courtesy photo

«È la mia casa. In ogni angolo c’è un po’ della mia anima». Camilla Vender Melpignano, milanese di nascita, pugliese d’adozione, racconta così Borgo Egnazia, il resort di lusso e meta ambitissima da celebrity e personalità internazionali, ideato dal marito Aldo, vicino a Savelletri di Fasano, in Puglia: 28 ville di tufo in 16 ettari di ulivi millenari. E ringrazia la suocera-mentore Marisa che si occupa della vicina Masseria San Domenico, un tempo casa familiare: «Sono orgogliosa quando ci dicono che per alcuni aspetti siamo simili». Cosa c’è di Camilla nel Borgo? Uno tra tutti, la Bottega Egnazia, uno store del vero made in Italy.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Italianità