A Merano, tra le antiche promenade aristocratiche e trattamenti spa di lusso (e innovativi)

In Alto Adige c’è tutto ciò di cui abbiamo bisogno per un break di benessere, le passeggiate nella natura, i trattamenti rigeneranti per corpo e mente, e un castello dove bere un ottimo calice.

“La vita è un viaggio da fare a piedi” diceva Bruce Chatwin. Se per raggiungere Merano vi serve l’auto o il treno, poi tocca scendere e camminare sulle proprie gambe per concedersi un break da tutto. Sì, anche adesso che la vita è tornata a scorrere e si va a cena al ristorante, quello che abbiamo capito è che la pausa dalle abitudini va presa spesso e volentieri. E una pausa di benessere è fatta di camminate e trattamenti luxury. La natura non è un contorno, ma un punto fermo per riposare la mente.

Un week end a Merano tra le passeggiate di Sissi

Partiamo dai passi per rigenerarci e ripercorriamo quelli della principessa Sissi. Riprendiamo una vecchia abitudine aristocratica, la promenade, per iniziare a rilassarci. A Merano ci sono 18 chilometri di passeggiata che girano intorno o intersecano la città, ci si spinge nei 16 ettari di parchi, ci si lascia cullare dal Passirio, il torrente che, come una voce, ricorda di respirare. Tra le passeggiate più note, quella del Sentiero di Sissi merita di essere fatta, magari al mattino presto per rigenerare lo spirito. 4 chilometri che non impegnano il fisico, ma capaci di sollevare l’umore da percorrere in un’ora circa.

Si cammina avvolti da una vegetazione inaspettata, fatta di cipressi e pini tipici del Mediterraneo, palme, agave, ulivi, magnolie e fichi d’india a Merano centro: una varietà di alberi e piante importati che qui hanno trovato un habitat favorevole, grazie alle temperature calde della valle. Per concedersi il lusso dell’imperatrice d’Austria, ci si lascia inebriare dai colori e dai profumi del giardino botanico. Si tratta dei Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano, dove Sissi amava soggiornare in vacanza. E anche noi ne approfittiamo per sentirci libere di muoverci tra ninfee e cactus come la Saturnia del pero, la più grande falena d’Europa, tornata a popolare proprio questi giardini.

Gerhard Wolkersdorfer

Concedersi meritatissimi trattamenti spa e dell’ottimo Sauvignon

Camminare non basta per rinascere in un week end. La terapia d’uro è un’immersione intima nell’holistic wellness di Villa Eden The Leading Park Retreat (5 stelle Lusso). Spa fondata da Karl Schmid 38 anni fa con una filosofia precisa: il miglioramento della qualità di vita si ottiene con la prevenzione e la rigenerazione. Il che vuol dire una proposta di trattamenti mirati ottenuti dopo un check-up medico per la valutazione analitica qualitativa e quantitativa della massa corporea. E, soprattutto, il test di epigenetica fatto attraverso il capello per capire quanto i fattori esterni come stress, alimentazione, inquinamento influenzano il nostro stato di salute.

Il pezzo forte è il trattamento rimodellante calco corpo per dare un colpo decisivo alla ritenzione idrica. L’ossigeno ozono terapia rafforza il sistema immunitario, migliora la qualità del sonno e il metabolismo. La Villa Eden IV Energy Therapy è un’iniezione intravenosa di un complesso vitaminico personalizzato che rinforza il corpo contro virus e batteri. E siccome il corpo, ma anche il benessere è fatto di piaceri, alla voce attività rigeneranti aggiungiamo degustare i vini che la famiglia Schimd produce alle cantine Rametz. Merita una visita il Castello omonimo dove la famiglia Schimd non solo si dedica ad un’ampia e prestigiosa produzione vinicola ma ci vive. Un bicchiere, o forse due, di Sauvignon dell’Alto Adige IGT o dell’Alto Adige Pinot biano Terolinger DOC, per gli amanti del rosso Pinot Nero dell'Alto Adige Riserva DOC. Il capostipite Karl ha messo a punto anche la ricetta dell’amaro Dakapo.

Un’illustrazione del libro "Passegiate d’inverno di Andrea Antinori per Edizioni Corraini.
Courtesy Edizioni Corraini

Appuntamenti a Merano e dintorni

Quando andare a Merano non è un dettaglio trascurabile: prima delle vacanze per una remise en forme, in autunno per affrontare il grande freddo, oppure durante alcuni degli eventi in zona come il Merano Wine Festival dal 5 al 9 novembre 2021. L’ultima domenica di settembre l’ippodromo di Merano ospita il Gran Premio Merano con la vincita più alta di tutta Europa. Un buon viaggio si accompagna a buone letture: “La passeggiata d’inverno” di Andrea Antinori, sesto volume della collana di Edizioni Corraini, dedicata alla città di Merano.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi