Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Weekend in Austria in una spa tra le cime del Tirolo

Pausa fuori pista nel regno degli sciatori: noi abbiamo scelto il relax nella spa del Das Central.

Weekend benessere in una spa in Austria a Sölden
Courtesy Photo

La valle di Ötztal nel Tirolo austriaco, con le sue cime oltre i 3mila metri, i ghiacciai e i trail avveniristici per tutti gli sport che l’uomo ha messo in Terra, è un posto da sogno per un’avventura invernale.

Ma parliamo seriamente, abbiamo pochi giorni di ferie tirate per rimetterci in sesto: scegliamo il relax.

Noi siamo state a Sölden, nel cuore della fulgida valle di cui sopra, e a brevi passeggiate nella neve abbiamo accompagnato luuuunghe pause in spa. L’indirizzo da segnare è l’hotel Das Central, cinque stelle e dieci diversi tipi di sauna e bagni di vapore. Per cominciare. Poi c’è la vasca di benessere ispirata a Venezia, il grotto del ghiaccio, gli infrarossi. Il consiglio è di scambiare qualche parola (in italiano) con i responsabili dell’area wellness prima di abbandonarsi, per scegliere insieme fino all’ultimo aroma.

Il complesso deluxe gestito da Angelika Faulkner ha un rapporto d’elezione con il vino, ha appena vinto il Vineus Wine Culture Award come migliore hotel per enologi e vanta una cantina a 1370 metri d’altitudine. Anche i trattamenti di bellezza speciali della casa rendono omaggio a questa passione, grazie alle formule cosmetiche a base di semi d’uva o foglie di vite, ai bagni nelle botti di legno e alle maschere al Pinot nero.

Il vino poi torna protagonista la sera a cena, nel ristorante gourmet dello chef Gottfried Prantl: un mix di haute cuisine innovativa e tradizione tirolese che amplifica la sensazione di comfort della giornata. I piatti si aggiornano continuamente per seguire il ritmo delle primizie locali: speriamo rimanga inscalfibile la selezione di burri locali, arricchiti e abbinati dallo chef come benvenuto a tavola. Sapori di una pienezza e leggerezza tali da farti pensare che forse è ora di cambiare vita, lasciare la città e trasferirsi sui monti.

Questo succede all’interno del Das Central, all’Otztaler Stube. È sera, fuori nevica, quanto glamour e tepore a portata di mano senza doversi infilare gli scarponi, una manna. Ma per il pranzo del giorno dopo si può osare un pranzo sulla vetta del Gaislachkogl, a 3mila metri, nello strapanoramico Ice Q. Un cubo di vetro così spettacolare da essere stato scelto come set per il film Spectre (l’ultimo 007). Si raggiunge - a meno che non siate stuntmen di Hollywood - con l’ascensore-filovia che parte dal centro di Sölden. Gustare manicaretti alpini perdendo lo sguardo nel bianco infinito è un energizzante per l’anima. Osservare gli sciatori e gli snowboardisti che si affannano là fuori, col pensiero che a noi aspetta un altro massaggio al ritorno in hotel è pura estasi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Getty Images

L'Hotel Das Central a Solden

courtesy Das Central, foto Stefano Scatà, Rudi Wyhlidal

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Ispirazione veneziana per la spa

courtesy Das Central, foto Stefano Scatà, Rudi Wyhlidal

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Dessert all'Otztaler Stube

courtesy Das Central, foto Stefano Scatà, Rudi Wyhlidal

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Ice Q a 3mila metri

courtesy Das Central, foto Stefano Scatà, Rudi Wyhlidal

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Verso l'Ice Q

courtesy Das Central, foto Stefano Scatà, Rudi Wyhlidal

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi