20 giornaliste famose (ma non troppo)

Escono a frotte dalle scuole di giornalismo, ma non arrivano mai in alto.

image
Getty Images

Usa Today è andata a spulciare la lista dei laureati al College of Journalism della Florida e ha scoperto che il 75% dei laureati sono donne. Un rapporto di due/terzi che non stupisce e che non accenna a cambiare da qualche anno a questa parte. Il problema è che, una volta uscite dall'università, le donne aspiranti giornaliste devono mettersi l'animo in pace, come osserva Jezebel.

Già, perché la carriera si ferma presto. Secondo gli studi del Women's Media Center, negli Usa solo il 36% dei giornalisti che appaiono in tv sono donne, per non parlare di direttori di giornali e riviste. Ci sono settori particolari come la moda, l'arredo, la cucina, in generale le riviste rivolte a un pubblico femminile - tranne forse quelle di gossip - che fanno eccezione. E non ci meraviglia, ci stupiremmo di leggere il nome di un uomo a firma di un editoriale di una rivista di moda femminile. Ma se pensiamo ai newsmagazine o ai quotidiani, senza scomodare lo sport in cui le donne giornaliste sono reclutate con un ideale che non è detto sia la competenza, il buio è pesto.

In occasione della fiction L'Oriana sulla vita della grande Oriana Fallaci, abbiamo fatto il paio con i dati che arrivano dagli Usa e abbiamo fatto mente locale su un pool di giornaliste, statunitensi ma non solo, che in qualche modo hanno fatto la storia del giornalismo, e dell'emancipazione femminile. Quella che trovate sopra è la nostra gallery-omaggio, a futura memoria, speriamo di poterla aggiornare più spesso.

Qualche esempio di chi ce l'ha fatta, spesso con un riconoscimento postumo? Anja Niedringhaus è stata l'unica donna fra gli 11 fotografi dell'Associated Press ad aver vinto nel 2005 il Premio Pulitzer per la fotografia come giornalista di guerra in Iraq.

Anna Stepanovna Politkovskaja giornalista russa conosciuta per il suo impegno sul fronte dei diritti umani, per i suoi reportage dalla Cecenia e per la sua opposizione a Vladimir Putin, è stata uccisa da un sicario nel 2006.

Dorothy Thompson è stata la prima giornalista americana espulsa dalla Germania Nazista, una delle prime commentatrici in radio e Time l'ha riconosciuta nel 1939 come la seconda donna più influente degli Usa dopo Eleanor Roosevelt.

Ethel L. Payne è la "first lady della stampa nera", ed è diventata la prima donna afroamericana assunta come commentatrice da una rete nazionale, era la CBS, ed era il 1972.

Margaret Bourke-White è stata la prima fotografa straniera a documentare l'industria sovietica in tempi di guerra fredda, la prima fotogiornalista donna di guerra e la prima fotografa di Life la cui foto apparì in una cover.

Margaret Fuller una delle prime giornaliste al mondo (è morta nel 1850 ad appena 40 anni) che si occupò di critica letteraria al mondo.

Nancy Hicks Maynard è stata la prima reporter donna afroamericana del New York Times e, infine, Katharine Meyer Graham fu il publisher del Washington Post durante il Watergate, roba da niente.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1
Getty Images

Oriana Fallaci

La grande inviata intervistata da Dick Cavett nel 1973

Getty Images

2
Getty Images

Anna Politkovskaya

Oppositrice di Putin, fu uccisa nel 2006 da un sicario.

Getty Images

3
Getty Images

Margaret Bourke-White

La prima fotogiornalista donna inviata in guerra.

Getty Images

4
Getty Images

Susan Sontag

Compagna di Annie Leibovitz da ricordare per la sua voce controcorrente e la sua difesa dei diritti umani.

Getty Images

5
Getty Images

Barbara Walters

Grande volto della tv americana, nota per le sue interviste, ha dovuto sgomitare non poco negli anni 70.

Getty Images

6
Getty Images

Loretta Napoleoni

Profonda conoscitrice dell'Islam, ha pubblicato da poco un best seller su storia ed evoluzione dell'ISIS.

Getty Images

7
Getty Images

Ethel L. Payne

First lady della stampa nera, è stata la prima donna afroamericana assunta come commentatrice da una rete nazionale, era la CBS, era il 1972.

Getty Images

8
Getty Images

Anja Niedringhaus

Unica donna fra gli 11 fotografi dell'Associated Press ad aver vinto nel 2005 il Premio Pulitzer per la fotografia come giornalista di guerra in Iraq.

Getty Images

9
Getty Images

Joan Didion

Scalò (quasi) tutti i gradini di Vogue america, ancora oggi il suo modo di scrivere fa scuola.

Getty Images

10
Getty Images

Nancy Hicks Maynard

La prima reporter donna afroamericana del New York Times.

Getty Images

11
Getty Images

Margaret Fuller

Una delle prime giornaliste in assoluto, morì nel 1850 a 40 anni. Si occupò di critica letteraria.

Getty Images

12
Getty Images

Dorothy Thompson

Time l'ha riconosciuta nel 1939 come la seconda donna più influente degli Usa dopo Eleanor Roosevelt.

Getty Images

13
Getty Images

Marlene Sanders

Fu la prima donna giornalista a coprire la guerra del Vietnam, la prima anchorwoman di una rete nazionale americana e fu anche la prima vicepresidente donna di ABC News.

Getty Images

14
Getty Images

Christiane Amanpour

E' il capo dei corrispondenti internazionali della CNN.

Getty Images

15
Getty Images

Camilla Cederna

Grande giornalista italiana, molto attiva durante gli anni del terrorismo.

Getty Images

16
Getty Images

Nora Ephron

Soprattutto sceneggiatrice di film di successo, anche diretti personalmente, è nota anche per i suoi approfondimenti giornalistici.

Getty Images

17
Getty Images

Katharine Graham

Il publisher del Washington Post ai tempi de Watergate insieme a Shirley Lord e Barbara Walters.

Getty Images

18
Getty Images

Diane Pernet

Giornalista, fotografa e blogger ha creato il festival ASVOFF (A Shaded View on Fashion Film), il primo festival annuale al mondo sui cortometraggi di moda.

Getty Images

19
Getty Images

Anna Piaggi

Insieme a Anna Dello Russo, si può considerare la madre putativa di tutti i giornalisti di moda italiani.

Getty Images

20
Getty Images

Nina García

Creative director di Marie Claire Usa, un nome nella moda internazionale.

Getty Images

21
Getty Images

Suzy Menkes

Qui insieme a Franca Sozzani direttore di Vogue Italia, è la penna più tagliente della moda mondiale,

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Magazine